Il marketing del menù

Il marketing del menù Con il termine marketing del menù si intende lo studio e l applicazione di strategie nalizzate a favorire la vendita dei piatti proposti attraverso il menù. Le aziende ristorative, dalle più grandi alle più piccole, compiono studi approfonditi su come realizzare il proprio menù, analizzando numerosi fattori, a partire dalla tipologia di impresa, dal territorio in cui si trova e dai principali destinatari del servizio. D altronde è proprio il menù il mezzo attraverso il quale i clienti sono in uenzati in maniera positiva o negativa, conferendo di conseguenza al locale un determinato target. Saper creare un menù efficace, che riesca a colpire il cliente e a incuriosirlo, costituisce uno dei punti cardine per determinare il successo di un impresa ristorativa. A volte basta mettere un piatto prima di un altro per vedere crescere i guadagni annuali. I colori LE PAROLE Marketing Termine che deriva dal verbo inglese to market, ossia «mettere sul mercato : è lo studio dei bisogni dei consumatori allo scopo di creare prodotti per poterli soddisfare. DEVI SAPERE CHE Dal punto di vista psicologico i colori usati nel menù assumono un ruolo fondamentale, perché sono capaci di suscitare sensazioni e, quindi, di suscitare una reazione o meno nel cliente quando sceglie che cosa ordinare. I colori vanno abbinati alla tipologia di locale: nelle trattorie, per esempio, si sceglie spesso di presentare il menù su cartoncini di colore giallo, perché questo colore trasmette un idea di informalità ai clienti. La chiarezza e la qualità L Istituto Culinario Americano ha spiegato che un cliente impiega circa 109 secondi per analizzare un menù. importante, quindi, che questo non sia troppo lungo e dispersivo; anzi, sarebbe bene concentrare il tutto in poche righe. Un altro aspetto importante è la chiarezza, perché utilizzare termini complicati, ambigui o stranieri, per i quali è necessario chiedere delucidazioni, può scoraggiare o addirittura infastidire il cliente. importante ricordare, infatti, che l esperienza ristorativa rappresenta in genere un momento di relax e di evasione dalla quotidianità sempre più frenetica. Inoltre, in genere è apprezzata la presenza di prodotti freschi e a km 0 nei piatti proposti perché, oltre a rassicurare sull utilizzo di ingredienti di qualità, valorizza le eccellenze del territorio e la tradizione locale. La copertina e le aree del menù La copertina del menù generalmente è di tipo rigido; sul lato frontale può essere inserita un immagine o un logo, mentre nel retro vanno elencati i contatti del locale. Alcuni studi hanno messo in evidenza l importanza del giusto posizionamento delle proposte culinarie all interno del menù: come mostra lo schema a lato esistono punti migliori in cui inserire i prodotti che si desidera promuovere (di solito i più remunerativi), che possono anche essere evidenziati in grassetto, e scelte da evitare, come quella di non collocare i prezzi in colonna, non permettendo così al cliente un confronto diretto. Menù Qui si inseriscono di solito le preparazioni da esaltare, come i piatti della casa. 2 AREA DI INTERESSE MEDIO 1 AREA DI MAGGIORE INTERESSE la prima zona del menù in cui si focalizza l attenzione del cliente. In questo spazio del menù si inseriscono i piatti che producono pochi ricavi. 3 AREA DI MINOR INTERESSE FISSA I CONCETTI 1. Quale tra le seguenti è una regola di scrittura del menù? A Scrivere le pietanze secondo un ordine preciso. B Usare pochi stili di scrittura. C Evitare di usare gli stessi termini. 2. In quale parte del menù va inserito il logo del locale? A Sulla copertina del menù. B Sul retro del menù. C Sulla prima pagina del menù. CHE COS IL MEN CAPITOLO 1 257

Qualità in Cucina
Qualità in Cucina
Per il primo biennio. DEMO: UDA 5 - Gli alimenti di base