Qualità in Cucina

Dal Medioevo al XX secolo Durante il periodo medievale la cucina subisce una netta trasformazione: il consumo della carne torna scarso, e la dieta è basata prevalentemente sul consumo di zuppe e cereali. Le guerre e le invasioni portano spesso all abbandono delle coltivazioni, e per un piccolo miglioramento bisogna aspettare l anno Mille, con un nuovo sviluppo in campo agricolo e l arrivo sulle tavole occidentali di nuovi ingredienti, come lo zucchero, il riso e le spezie, importati dagli Arabi. Il Rinascimento è un periodo di grande fervore, con il ritorno a una cucina più elaborata, e la produzione delle prime marmellate e paste ripiene. A caratterizzare i banchetti di questa epoca è anche l uso, per la prima volta, di utensili come la forchetta e il bicchiere. Il Seicento vede la valorizzazione di alcuni prodotti, come i legumi, gli aromi e il cacao, e la nascita di nuovi sapori conferiti ai cibi grazie alle salse ottenute dai fondi rosolati. Intorno all anno Mille arrivano in Europa nuovi ingredienti, come le spezie. Le posate iniziano a diffondersi a partire dal periodo del Rinascimento. 14 UDA 1 Con la rivoluzione francese e, quindi, con l avvento del XVIII secolo, la cucina subisce un importante evoluzione a causa del progresso tecnologico. Si sviluppano infatti nuove metodologie per la conservazione degli alimenti, come la latta stagnata, e si inizia a pensare alle prime macchine per raffreddare gli alimenti; nascono, inoltre, le prime lavapiatti. Con la rivoluzione industriale e la diffusione delle fabbriche cresce l esigenza di realizzare prodotti alimentari in grandi quantità. In questo periodo nasce anche l alta cucina, grazie all attività del celebre chef francese Marie-Antoine Car me. Anche l Ottocento e il Novecento sono caratterizzati da importanti evoluzioni in cucina. Nel corso del XIX secolo hanno luogo le sperimentazioni sul processo di pastorizzazione del vino a opera del chimico Louis Pasteur e si assiste all invenzione di numerosi strumenti e attrezzature, come la macchina per il caffè espresso inventata da Angelo Moriondo. Nel 1922 l americano di origine polacca Stephen J. Poplawski inventa il frullatore, mentre nel 1947 viene inventato il primo forno a microonde. Nel corso del XX secolo cambia anche la modalità di presentazione delle pietanze, che arrivano ai commensali non più tutte insieme, ma una dopo l altra. Si tratta di un periodo di benessere diffuso, grazie all avvento del processo di industrializzazione, arrestato solo dalle due guerre mondiali. LA CUCINA E IL PERSONALE

Qualità in Cucina
Qualità in Cucina
Per il primo biennio. DEMO: UDA 5 - Gli alimenti di base