Pranzare al bar

2 Pranzare al bar Panini, tramezzini, focacce e molto altro Anche nei bar più attrezzati per o rire piatti caldi e insalatone, il pane è la star del pranzo: certo la nostra tradizione, che o re una moltitudine di tipi diversi di pane, con varietà in nite da regione a regione, facilita questo tipo di spuntino. Dal pane non lievitato come la piadina ai pani prodotti con ingredienti come semi e spezie; dalla baguette francese al pane di segale; dal pane per celiaci o diabetici alla schiacciata all olio: la scelta è scon nata, e gli abbinamenti possibili sono davvero in niti, con a ettati, formaggi, verdure, pesce sott olio o appena cotto, frittate o hamburger dipende solo dalla fantasia di chi ha la responsabilità delle preparazioni. Ma vediamo di che cosa sono fatti i principali tipi di pane normalmente in commercio. TAVOLA INTERATTIVA Pane comune: farina, acqua, sale, lievito di birra. Pane integrale: farina integrale, acqua tiepida; dopo aver lasciato riposare l impasto per 1 ora, si impasta con lievito di birra e poca acqua. Ciabatta: farina bianca, sale, lievito di birra e molta acqua tiepida, perché questa lavorazione assorbe il 30% d acqua in più rispetto al pane comune. Focaccia: farina, olio di oliva, zucchero, lievito di birra; si impastano gli ingredienti e dopo 5 minuti si aggiunge il sale. Pane all olio: farina, zucchero, olio di oliva, sale, lievito di birra, acqua tiepida. Pane alle noci: l impasto è quello di base (pane comune) con l aggiunta di 140 g di gherigli di noci per ogni chilo di impasto. Pane alle olive: l impasto è quello di base con l aggiunta di 160 g di olive snocciolate e 2 cucchiai di paté di olive per ogni chilo di impasto. Pane di soia: farina di soia e acqua tiepida; dopo aver lasciato riposare l impasto per 1 ora, si impasta con lievito di birra e farina normale. Tante proposte a base di pane Il PANINO imbottito, detto anche sandwich, in Italia indica un particolare tipo di panino, costituito da due fette di pane, spesso imburrate, con una farcitura di carne, salumi, formaggio o altro. Soprattutto per la grande varietà di tipi di pane e di imbottiture che abbiamo a disposizione, infatti, il panino si presenta in un in nità di variazioni. Per crearne di nuove, basta abbinare con attenzione i vari prodotti, evitando di usarne troppi. Inoltre, si può giocare anche sulla cottura; i panini possono essere freddi o caldi, il pane tostato o no. DEVI SAPERE CHE probabile che i panini siano sempre esistiti, ma la loro invenzione si fa risalire alle richieste di Lord Sandwich, vissuto nel Settecento, che si faceva servire queste preparazioni mentre giocava a carte o a golf. 366 UDA 15 LA RISTORAZIONE AL BAR

Qualità in Sala
Qualità in Sala
Per il primo biennio. DEMO: UDA 2 - L’organizzazione delle risorse