La prima colazione al bar

1 La prima colazione al bar Secondo alcuni, nei grandi centri urbani il tempo della classica colazione a base di cappuccino e brioche è tramontato, visto che i locali propongono sempre più spesso colazioni all inglese. Tuttavia, la grande maggioranza degli italiani preferisce ancora la vecchia formula del ca è con il dolce. Croissant e brioche I cosiddetti pezzi dolci sono di vari tipi e di varie farciture: nei bar che non hanno un laboratorio proprio e che non si trovano vicino a una pasticceria sono prodotti di pronta cottura, cioè vengono acquistati dalle aziende produttrici che li forniscono congelati. Il barista, quindi, non dovrà far altro che aprire il congelatore, distribuire i prodotti sulle teglie del forno ventilato portato a 180 °C, cuocere per circa 20 minuti, e il gioco è fatto: si sforneranno al momento fragranti croissant alla marmellata, alla crema, al cioccolato, triangolini di sfoglia ai frutti di bosco, fagottini al cioccolato, cannoli alla crema pasticcera o allo zabaione, bomboloni alla crema o al cioccolato e mille altre prelibatezze. Il tutto presentato in formato classico o mignon. A questo si potranno aggiungere torte farcite, cookie, plum cake, muffin e biscotti particolari. Naturalmente non tutto sarà congelato e di pronta cottura: sono molti i locali che preparano prodotti freschi di pasticceria come torte, biscotti o brioche. In ne, non potranno mancare paninetti semidolci con farciture di salumi, formaggi cremosi, verdure e pesci a umicati come il salmone. I CROISSANT sono prodotti da forno fatti di farina, burro, uova, acqua e zucchero; possono essere vuoti o ripieni e, a seconda delle farciture, possono essere dolci (con marmellata, crema pasticcera, cioccolato, miele ) o salati (con formaggi, salumi a ettati, salmone e, eventualmente, maionese o burro). Il croissant viene chiamato così per la forma che ha di solito: in francese, infatti, croissant vuol dire crescente , e deriva dal tedesco Kipferl con riferimento alla mezzaluna della bandiera turca di cui questa preparazione da forno richiama la forma: secondo la leggenda, infatti, il dolce fu prodotto in onore della battaglia vinta dagli austriaci contro le truppe turche che assediarono Vienna nel 1683. In Italia viene chiamato anche cornetto o, a volte, erroneamente, brioche. Per farlo più bello, oltre che buono, di solito viene spalmato in super cie con il tuorlo d uovo, in modo da dargli un colore più dorato. FOCUS Le proposte gastronomiche al bar: ultime tendenze Nell ultimo decennio si è assistito all affermazione di uno stile di vita più attento al benessere fisico, che passa anche per le abitudini alimentari. Come conseguenza, la filiera produttiva alimentare si è orientata sempre più verso proposte di prodotti salutari, per esempio impiegando ingredienti come cereali integrali, farine di legumi ecc., e riducendo o eliminando i grassi. Anche i bar, come punti di vendita, si sono adattati al cambiamento dell offerta gastronomica e hanno iniziato a introdurre proposte alternative, come pasticceria vegana, snack a basso contenuto di carboidrati, prodotti proteici e ricchi di sali minerali, alternative light e prodotti senza glutine e lattosio per intolleranti e allergici, andando in questo modo incontro a nuove tipologie di clientela. 364 UDA 15 LA RISTORAZIONE AL BAR

Qualità in Sala
Qualità in Sala
Per il primo biennio. DEMO: UDA 2 - L’organizzazione delle risorse