Il tè

3 Il tè Il tè è la bevanda in assoluto più antica della storia dell umanità, ricavata dalle foglie della specie Camellia sinensis. A seconda della varietà botanica da cui derivano le foglie, del modo di trattarle e delle tecniche di preparazione del tè (con l aggiunta nale, a piacere, di latte, di limone, di zucchero o di miele), questa bevanda si trasforma, di volta in volta, in un caleidoscopio di sapori. Le origini di questa bevanda sono ancora misteriose. I cerimoniali spesso legati alla preparazione e al servizio di questo infuso dai mille sapori avvolgono di eleganza e piacevole relax la pausa dedicata a una tazza di tè. L albero del tè Le varietà principali da cui si prendono le foglie per il tè sono Camellia sinensis sinensis, di origine cinese, e Camellia sinensis assamica, di origine indiana. Entrambe crescono bene in ambienti tropicali e subtropicali e oggi sono coltivate, oltre che in India e in Cina, anche a Ceylon, in Giappone e in vari Paesi africani e del Centro America. Particolarmente sensibili a temperatura e precipitazioni, prediligono ambienti caratterizzati da un estate calda e umida e da un inverno anche freddo, ma non troppo secco. Le piantagioni delle quote più elevate (anche oltre i 2000 m) e quelle in parte ombreggiate da alberi danno raccolte inferiori, ma di qualità superiore. La varietà sinensis è un piccolo albero (arriva a 5 m d altezza) sempreverde, robusto e resistente al freddo e al caldo, che viene potato a un altezza massima di 2 m; le foglie sono piccole, lunghe 3 - 6 cm, e da fresche hanno un contenuto di ca eina di circa il 4%. La varietà assamica, invece, può crescere no a 20 m e ha foglie molto grandi, lunghe no a 20 cm. Anche questi alberi vengono potati bassi per facilitare la raccolta dei germogli delle foglie. Oltre a queste esistono altre varietà che, incrociate più volte, hanno dato origine a un gran numero di ibridi dalle diverse sfumature di sapore. Il raccolto migliore si ottiene dagli alberi più giovani, e in particolare dalle gemme non ancora schiuse, chiamate pekoe (dal cinese pek, bianco e hoe, giù, con riferimento alla lanugine bianca che le ricopre, destinata a cadere) o, in inglese, golden o silver tips (cime dorate o argentate), e dalle foglie più tenere che si trovano di solito subito sotto ai germogli. Raccolta in una piantagione di tè. 298 UDA 12 LE BEVANDE CALDE

Qualità in Sala
Qualità in Sala
Per il primo biennio. DEMO: UDA 2 - L’organizzazione delle risorse