Le bevande nervine

1 Le bevande nervine TAVOLA INTERATTIVA LE PAROLE Infuso una preparazione ottenuta estraendo i princìpi attivi dalle parti più delicate di una pianta (fiori, parti erbacee e foglie). Su queste si versa acqua bollente o calda e si lascia riposare il tutto per 10-15 minuti tenendo coperto il contenitore. Se serve, prima di bere si filtra. Sotto il termine bevande nervine si raggruppano tutte quelle bevande che hanno un azione stimolante sul sistema nervoso centrale, danno energia all organismo e non contengono alcol. Infusi di erbe particolari come il ca è, il tè o la cioccolata, infatti, contengono alcaloidi naturali, cioè sostanze come la mor na che, pur assunte in piccole dosi, hanno grandi e etti farmacologici. Anche se prese in quantità non eccessive, la ca eina o teina o guaranina ( TAB 1 ), la teo llina e la teobromina ( TAB 2 ) contenute in queste bevande possono causare e etti collaterali fastidiosi, come insonnia, stato d ansia o agitazione; possono sviluppare una dipendenza, con mal di testa o difficoltà di concentrazione, o possono indurre una tolleranza progressiva che porta ad assumerle in dosi sempre maggiori. A queste bevande naturali si aggiungono anche le bibite sintetiche , come le cola o gli energy drink, che contengono notevoli quantità di ca eina e altre sostanze ad azione nervina, come per esempio la taurina. Dalle piante, bevande speciali Le piante che possono essere impiegate nella produzione di infusi, così come di estratti usati poi per fabbricare gli energy drink, sono numerose. Ciascuna di esse è caratterizzata dalla grande variabilità di princìpi attivi che contiene. Secondo alcuni, poi, fra le bevande nervine andrebbero annoverate anche quelle derivanti da altre piante con un azione sul sistema nervoso meno vigorosa: la camomilla, per esempio. Qui, però, ci concentreremo solo su quelle contenenti alcaloidi naturali, il cui abuso può avere e etti collaterali anche seri. TAB 1 Contenuto di caffeina nelle bevande nervine TAB 2 Contenuto di alcaloidi nelle bevande nervine Bevanda nervina Contenuto di caffeina Bevanda nervina Contenuto di alcaloidi (g / 100 g) Una tazzina (50 ml) di caffè espresso 133 mg Tè nero, verde Una tazza (150 ml) di caffè all americana 123 mg Una tazza (170 ml) di tè nero Darjeeling 77 mg caffeina o teina (2,5-5,5%) teobromina (0,07-0,17%) teofillina (0,02-0,04%) Caffè caffeina (3-5%) Cacao e cioccolato caffeina (0,05-0,36%) teobromina (0,8-2,34%) teofillina (0,01%) Una tazza (170 ml) di tè verde Gunpowder 61 mg Una tazza (170 ml) di mate 31 mg Una lattina (300 ml) di bibita alla cola 27 mg Una tazza (170 ml) di tè verde Bancha 22 mg Arancio amaro sinefrina (0,22-0,26%) Un tetrapak (300 ml) di bevanda al cacao 21 mg Guaranà caffeina o guaranina (3,6-5,8%) teobromina (<0,1%) teofillina Mate caffeina (0,3-1,7%) teobromina, teofillina Cola caffeina (1,5-2,5%) teobromina, teofillina Il caffè, una delle bevande nervine più diffuse, si produce a partire dai frutti dell omonima pianta. 266 UDA 12 LE BEVANDE CALDE

Qualità in Sala
Qualità in Sala
Per il primo biennio. DEMO: UDA 2 - L’organizzazione delle risorse