Gli altri menù

Gli altri menù La CARTA DEI DESSERT è il menù che illustra l offerta di dolci del locale. consigliato abbinarla a una carta con l o erta di vini da dessert, e va suddivisa a seconda del tipo di preparazione: preparazioni fredde o calde, a base di frutta (spiedini di frutta fresca e macedonia compresi), a base di cioccolato e al cucchiaio (mousse, semifreddi e gelato). La CARTA DEI FORMAGGI deve essere progettata indicando le certi cazioni di qualità dei prodotti, come DOP e IGP ( pag. 207); deve avere almeno 6-8 scelte, diverse per consistenza, stagionatura e tipo di latte. opportuno abbinarla a una selezione complementare di pani, grissini, vini, marmellate, miele, composte di arance o pere, mostarda ecc. una grande varietà. Diverse acque minerali hanno infatti di erenti caratteristiche organolettiche ( pag. 322), e possono quindi essere abbinate diversamente ai piatti. Se la proposta è ampia, la scelta degli abbinamenti per condire va facilitata con una CARTA DEGLI OLI E DEI CONDIMENTI: in tal caso un apposita scheda tecnica deve descrivere caratteristiche sensoriali e abbinamenti più indicati per ciascun condimento. Gli oli si suddividono in base alla località di origine, al metodo di raccolta e di spremitura e alla provenienza delle olive. Gli aceti si suddividono in funzione della materia prima (vino bianco o rosso, mele, miele, riso ecc.) e della lavorazione (balsamico, aromatizzato, invecchiato ecc.). La CARTA DEI VINI generalmente è sempre presente accanto alla proposta gastronomica di un ristorante, e rappresenta un valore aggiunto per un azienda ristorativa, soprattutto se l o erta è composta da una ampia selezione di vini rivolta a soddisfare i diversi target di clientela. Di solito i vini o erti sono suddivisi per tipologia (bianchi, rosati, rossi e spumanti) e a loro volta per zone di produzione (regioni e Stati). Per ogni vino va indicato il nome, la denominazione d origine, l annata e il prezzo. Nella stessa carta possono essere riportate anche altre categorie di bevande presenti in un locale, come le acque e le birre, se non esistono carte apposite. La CARTA DELLE ACQUE MINERALI è spesso considerata di secondaria importanza, dal momento che l acqua minerale stessa viene data per scontata. Tuttavia si tratta di un elemento che ci accompagna costantemente durante i pasti, disponibile in commercio in La proposta della CARTA DEL BAR spazia dalle bevande calde di ca etteria e derivate a quelle fredde, come bevande analcoliche e alcoliche, no alle proposte di bevande miscelate. In questa carta possiamo trovare anche proposte di liquori e distillati. SALA E TECNOLOGIE Menù digitali e QR code In seguito alla pandemia di Covid-19, molti ristoranti hanno rinunciato al menù cartaceo e hanno iniziato a proporlo esclusivamente in forma digitale, come documento online consultabile dal proprio smartphone. Questa scelta, oltre a essere consigliata dal punto di vista sanitario, perché evita il contatto con un oggetto che passa per le mani di molti avventori, è pratica per il locale (che in caso di variazioni si limita ad aggiornare un file invece di dover ristampare il menù) e veicola un idea di modernità e attenzione alla sostenibilità ambientale. Per accedere al documento di solito viene utilizzato un codice QR (QR code), una sorta di codice a barre bidimensionale composto di moduli neri dentro un quadrato bianco, leggibile tramite la fotocamera dello smartphone. Un codice QR (dall inglese Quick Response, «risposta rapida ) può memorizzare informazioni di qualsiasi tipo: in questo caso memorizza l indirizzo Internet del file che contiene il menù (sotto forma di pagina web o documento PDF), di solito ospitato online sul sito della struttura ristorativa. IL MEN CAPITOLO 1 203

Qualità in Sala
Qualità in Sala
Per il primo biennio. DEMO: UDA 2 - L’organizzazione delle risorse