Fondazione Qualivita - La sostenibilità nel piatto

ECCELLENZE MADE IN ITALY zi o ca n La sostenibilità nel piatto Edu a cura di Simone Bastianoni, membro del Comitato scientifico della Fondazione Qualivita La sostenibilità, di cui tanto si parla (spesso a sproposito), è un concetto molto preciso che riguarda la capacità dei sistemi (un sistema produttivo, una città, un Paese) di mantenersi nel tempo, senza compromettere il proprio futuro. Per essere davvero sostenibili, per esempio, non dovremmo usare risorse che si esauriscono (come i combustibili fossili) o che producono inquinanti che si accumulano nell ambiente e con cui poi siamo costretti a convivere. Per quanto riguarda il settore agroalimentare, è ormai ampiamente dimostrato che la produzione di cibo è tra le principali cause di molti degli impatti che la società attuale ha sull ambiente. Per esempio, circa delle emissioni di gas a effetto serra è legato alla produzione di cibo. Questo problema, inoltre, tende ad acuirsi progressivamente, visto il costante aumento della popolazione e del livello crescente di benessere a cui ambiscono tutti i Paesi, sia sviluppati sia in via di sviluppo. ICA e CIV importante però dire che il livello di insostenibilità può essere misurato, e che ci possono essere livelli di insostenibilità molto diversi, anche per lo stesso prodotto, a seconda del sistema produttivo adottato. La misura della sostenibilità Esistono diversi approcci per misurare la sostenibilità, e in particolare i due aspetti citati sopra: l uso delle risorse e gli impatti ambientali. L uso delle risorse viene quantificato mediante l impronta ecologica (in inglese ecological footprint), ovvero la quantità di territorio che serve per supportare tutte le attività di una popolazione: per esempio il terreno necessario per le produzioni di cibo, vestiti, energia ecc.; oppure con l emergy, che è la quantità di energia solare necessaria, in maniera diretta e indiretta, per ottenere un qualunque prodotto. Più dettagli sul significato dell emergy sono disponibili nel fumetto al secondo codice QR. Calcolo della carbon footprint nel Conegliano Valdobbiadene - Prosecco DOP (credits: Indaco2). fine vita packaging 4,6% elettricità 0,9% RISPARMIO Fase 3/ Imbottigliamento -22% 55,3% bottiglia rispetto a valore medio EU 1,97 kg CO2 eq diesel per gestione flora 5,1% 184 UDA 8 LE DIVERSE TIPOLOGIE DI SERVIZIO IN SALA 7,1% cartone 0,3% metano per riscaldamento 10,4% elettricità 0,2% acqua + coadiuvanti enologici 0,4% trasporto 2,3% rifiuti e trattamento Fase 2/ Cantina Fase 1/ Vigna 3,1% tappo, capsula, gabbietta ed etichetta 3,8% cartone 6,5% fitofarmaci e fertilizzanti

Qualità in Sala
Qualità in Sala
Per il primo biennio. DEMO: UDA 2 - L’organizzazione delle risorse