EDUCAZIONE CIVICA - L’economia circolare

zi o ca n ICA e CIV sala e sostenibilità Edu L economia circolare OBIETTIVO Stiamo vivendo in un secolo di grandi cambiamenti e il nostro Pianeta ci impone di trovare e mettere in atto nuove soluzioni: proprio per questo il concetto di economia circolare sta prepotentemente entrando nelle nostre vite. Ma che cosa si intende per economia circolare, e in che cosa è diversa dalla classica economia lineare? L economia lineare porta alla produzione di un bene che, una volta usato, diventa un rifiuto che non viene riutilizzato in alcun modo. Si basa quindi sull utilizzo di grandi quantità di materie prime e di grandi quantità di energia fossile. Nell economia circolare, invece, si cerca di evitare la produzione dello scarto o di favorire il riuso, incrementando in questo modo l ecosostenibilità del processo produttivo. Nel secolo scorso e nei primi anni di quello attuale l economia lineare ha rappresentato un modello consolidato, data l assenza di consapevolezza sulle criticità in materia di riserve energetiche, riserve alimentari e salvaguardia del Pianeta. Per non peggiorare la situazione, in questo decennio ci troviamo a dover intraprendere un percorso di transizione lungo e complesso dall economia lineare a quella circolare. Per essere attuata concretamente l economia circolare si avvale di cinque criteri fondamentali: 12 CONSUMO E PRODUZIONE RESPONSABILI OBIETTIVO CONTRO IL CAMBIAMENTO 13 LOTTA CLIMATICO 1. eco-progettazione del ciclo di vita dei prodotti, in modo che consentano il riuso; 2. modularità e versatilità dei prodotti rispetto ai cambiamenti esterni; 3. utilizzo delle energie rinnovabili al posto di quelle fossili; 4. approccio sistemico, ossia una gestione integrata dei problemi che considera tutte le relazioni tra le diverse componenti; 5. recupero dei materiali, al posto dell uso esclusivo di materie prime. L economia circolare ha lo scopo di conservare il più a lungo possibile i beni, gli strumenti, le attrezzature e le infrastrutture, convertendole a fine vita in materie per rigenerare le risorse naturali o alimentare altri processi. Il concetto si applica con notevoli risultati già in numerosi settori. Nell ambito ristorativo l approccio circolare è applicabile in diverse fasi: dall acquisto di materie prime facendo attenzione alla riciclabilità delle confezioni, alla logistica e ai trasporti, all uso di attrezzature ad alta efficienza, possibilmente alimentate da energia rinnovabile, fino alla riduzione degli scarti impiegando materiali riutilizzabili, recuperando gli eccessi alimentari e gestendo correttamente i rifiuti. Dividetevi in gruppi di tre persone. Ciascun gruppo deve - cercare un esempio di azienda che applica un tipo di economia circolare; - illustrarne le caratteristiche alla classe attraverso una presentazione PowerPoint. IL SERVIZIO AL TAVOLO CAPITOLO 2 149

Qualità in Sala
Qualità in Sala
Per il primo biennio. DEMO: UDA 2 - L’organizzazione delle risorse