Qualità in Sala

Lavaggio e manutenzione della cristalleria Generalmente la cristalleria viene lavata in una macchina lavabicchieri, che ne garantisce la pulizia e la lucentezza. Il miglior modo di agire è il seguente. Laddove non fosse già predisposto un meccanismo automatico di erogazione, si introduce nel lavabicchieri il detersivo, liquido o solido secondo i consigli tecnici ricevuti. LE PAROLE Torcione Telo particolare destinato all asciugatura dei cristalli. FISSA I CONCETTI 1. Il cristallo contiene almeno il 24% V F di piombo. 2. Il cristallo inglese è particolarmente V F leggero. 3. Esistono tre tipi di bicchiere: a calice, V F gotto e fl te. 4. Per bere lo champagne si usa la tipica coppa V F Pompadour. I bicchieri si collocano capovolti, negli appositi cestelli, evitando di sovrapporli anche parzialmente. Si aziona l interruttore e si attende che la macchina entri in funzione ed e ettui il lavaggio, che durerà dai 2 ai 6 minuti e sarà seguito per circa 15 secondi da una fase di risciacquo con acqua pulita a una temperatura di 85-90 °C. Si estrae il cestello e, inclinandolo, lo si scuote leggermente in modo da far cadere le gocce residue. Si procede all asciugatura dei bicchieri con un torcione in cotone ritorto che non lascia residui. Si appoggiano i bicchieri su un vassoio e si ripongono su un tavolo o negli armadi appositi. Al termine della giornata, il macchinario va ripulito con acqua fresca e lasciato aperto, per evitare che vi si formi la mu a. SALA E SCIENZE INTEGRATE La chimica dei bicchieri Perché i bicchieri sono fatti di vetro? Probabilmente perché il vetro è un materiale trasparente, molto duro (anche se fragile), impermeabile e inattaccabile dalla maggior parte delle sostanze chimiche, come gli acidi. Il vetro si ottiene dalla fusione di un impasto di materie naturali, tra cui prevale la sabbia silicea. La molecola di base del vetro è infatti la silice (SiO2), che è formata da un atomo di silicio e due di ossigeno. Il silicio, presente in moltissimi tipi di minerali e rocce, è il secondo elemento più abbondante nella crosta terrestre dopo l ossigeno e ha molte importanti caratteristiche chimiche, tanto da essere usato anche per produrre componenti elettronici come chip e transistor. Per produrre vetri particolari vengono aggiunti nell impasto altri materiali, come il ferro, che dà al vetro la colorazione verde tipica delle bottiglie usate per olio e vino, e il piombo (in particolare l ossido di piombo), che in quantità pari o superiore al 24% trasforma, come abbiamo visto, il vetro in cristallo. 120 UDA 6 LE ATTREZZATURE DELLA SALA RISTORANTE

Qualità in Sala
Qualità in Sala
Per il primo biennio. DEMO: UDA 2 - L’organizzazione delle risorse