2. La “nuova” psicologia

2. La nuova psicologia Come abbiamo visto, Gustav Fechner propose, per la prima volta, metodologie di tipo oggettivo, tipiche della fisiologia, per misurare e confrontare funzioni mentali. Per quanto egli fosse stato il primo a proporre come ipotesi la possibilità di misurare il rapporto tra stimolo (realtà fisica) e sensazione (realtà immateriale), quindi tra corpo e mente, il suo trattato Elementi di psicofisica acquisì popolarità e si diffuse solo nell ambito psicofisiologico. La nascita della psicologia per come la conosciamo oggi è invece legata alla figura di Wilhelm Wundt. 2.1 WUNDT E LA PSICOLOGIA SPERIMENTALE | Wilhelm Wundt | L AUTORE| è stato uno dei primi scienziati a teorizzare la possibilità di in- dividuare criteri oggettivi per analizzare il comportamento umano: a tal fine, nel 1879, fonda a Lipsia il primo laboratorio di psicologia sperimentale nella storia della psicologia scientifica. Ecco perché il 1879 è considerato l anno di nascita della psicologia nella sua accezione moderna e sperimentale. Nel suo Compendio di psicologia, pubblicato nel 1896, Wundt afferma che per la ricerca in psicologia sono fondamentali: il metodo sperimentale, che si basa sull intervento attivo dell osservatore, che manipola e controlla i processi psichici presi in esame; l osservazione, ritenuta adeguata per i prodotti dello spirito come le lingue, i costumi, le rappresentazioni mitologiche che non possono essere manipolati liberamente dal ricercatore. I cosiddetti prodotti dello spirito rientravano nell ambito della psicologia sociale, mentre i processi psichici analizzabili con il metodo sperimentale (sensazione, memoria, percezione) facevano parte della psicologia individuale, oggetto di indagine da parte di Wundt. L AUTORE Wilhelm Wundt Wilhelm Maximilian Wundt nasce nel 1832 a Neckarau, nei pressi di Mannheim (Germania). Forse anche a causa di un infanzia difficile, vissuta senza il padre (morto prematuramente) e in ristrettezze economiche, è descritto come un tipo solitario, maniacale soprattutto nel proprio lavoro, dall indole aggressiva e severa. Dopo la laurea in fisiologia, conseguita presso l università di Heidelberg nel 1857, Wundt entra in contatto con alcuni dei più importanti personaggi scientifici del suo tempo: diviene assistente di Hermann von Helmholtz, medi- 6 | PSICOLOGIA | co, fisiologo e fisico (soprannominato, per la sua poliedricità, cancelliere della fisica ) e collabora, a Berlino, alle ricerche di Johannes Peter M ller, uno dei maestri della fisiologia del XIX secolo. Grazie a queste collaborazioni egli matura l idea di poter fondare una vera e propria psicologia sperimentale, utilizzando il metodo d indagine della fisiologia per studiare la psiche umana. Mentre porta avanti le sue ricerche e fonda un laboratorio di psicologia sperimentale, insegna fisiologia prima a Zurigo e poi a Lipsia, dove si stabilisce fino alla sua morte, avvenuta nel 1920.

Spazio Scienze umane - volume 1
Spazio Scienze umane - volume 1
Psicologia - Metodologia della ricerca