Il fattore umano

Esperimenti come quello di Mayo fanno emergere una dimensione che non era stata tenuta in considerazione dal modello di Taylor, improntato solo a fornire una prestazione migliore in cambio di un salario più alto. La dimensione sommersa, che si potrebbe definire socio-emotiva, è portata alla luce dai gruppi di operaie prese in esame, che sembrano basare il loro comportamento sulla soddisfazione ricavabile dal lavoro e non solamente sul salario. La conclusione di Mayo è dunque basata sulla dimensione sociale del lavoro come un elemento fondante il lavoro stesso, al di là degli incentivi economici. La motivazione al lavoro non può prescindere dalla soddisfazione di bisogni sociali quali il coinvolgimento, l ascolto e l attenzione alle istanze dei lavoratori. 2.4 IL FATTORE UMANO | Alla luce degli esperimenti di Mayo, il lavora- tore non è più solo portatore di bisogni fisici legati al sostentamento, ma è anche orientato alla ricerca e alla realizzazione di legami sociali soddisfacenti; non basta, quindi, utilizzare un sistema, come è quello basato sul salario, di ricompense e punizioni, ma è indispensabile considerare anche i bisogni sociali. I dipendenti sono molto più soddisfatti del lavoro perché, da un lato, hanno la sensazione di essere individui e non ingranaggi di una macchina; dall altro, grazie alla comunicazione con i ricercatori, si sentono maggiormente investiti della responsabilità della propria performance e di quella dell intero gruppo. Ai fini di tale performance, la sensazione di coesione e la stima di sé divengono più importanti di qualsiasi miglioramento nell ambiente di lavoro. L AUTORE ELTON MAYO Nato ad Adelaide, in Australia, nel 1880, si trasferisce negli Stati Uniti nel 1922. Qui, dal 1926 al 1947, svolge la maggior parte della sua carriera di accademico presso l Harvard Business School, dove approda in virtù dell interesse suscitato dai suoi studi sulle cause dell elevato turnover in una fabbrica tessile. ,QflXHQ]DWR IUD JOL DOWUL GD 0DU[ H )UHXG focalizza il suo pensiero sull aspetto psicoanalitico della natura umana e, guardando ai FRQflLWWL LQGXVWULDOL H SROLWLFL LQ $XVWUDOLD VYL- luppa un analogia tra le nevrosi di guerra e la natura psicologica delle agitazioni industriali. Partendo, inoltre, da studi antropologici, collega il morale del lavoratore alla percezione della funzione sociale del suo operare. Proprio grazie al suo pensiero e ai suoi studi prende piede quella che sarebbe stata la moderna psicosociologia industriale. Si trasferisce in Inghilterra nel 1947, dove muore due anni dopo. In suo omaggio, è stata istituita la Elton Mayo School of Management di Adelaide. 1880 Nasce ad 18 1926-1947 docente presso 19 1947 Muore a Guildford 19 Adelaide (Australia) A l Harvard Business School l (Inghilterra) (I 398 | PSICOLOGIA | 1922 Si trasferisce 1945 Si trasferisce negli Stati Uniti in Inghilterra

Spazio Scienze umane - volume 1
Spazio Scienze umane - volume 1
Psicologia - Metodologia della ricerca