Taylor e l’organizzazione del lavoro

Per definire metodologie d indagine e tecniche d intervento nella psicologia delle organizzazioni, occorre combinare le conoscenze di base del comportamento umano, cioè, per esempio, come un uomo lavora, con il continuo emergere di problemi legati all organizzazione del lavoro umano, considerando sia gli aspetti tecnologici, come, per esempio, quali dispositivi rendono più facile e veloce la comunicazione tra uffici, sia quelli di tipo psicosociale, come, per esempio, quali soluzioni possono adottare i dirigenti per aumentare la motivazione nei propri collaboratori. Si pensi, per esempio, alla situazione socioeconomica del mondo occidentale all inizio del XX secolo: la rivoluzione industriale ha ormai sancito il passaggio alla produzione di massa e il numero di persone e di mezzi impiegati ha reso la fabbrica industrializzata ben distante dal concetto di bottega artigiana di grandi dimensioni. Per affrontare le problematiche connesse all organizzazione, era stato adottato il modello dell esercito, l unica grande struttura organizzata fino a quel momento nota. Tuttavia, i nuovi problemi di coordinamento e gestione del personale richiedevano risposte adeguate, che il modello dell esercito non era in grado di dare. A causa del clima eccessivamente autoritario che si respirava quotidianamente nei luoghi di lavoro, si cominciava, infatti, a dubitare che la sola disciplina militare fosse in grado di assicurare dei buoni risultati produttivi; è in questo momento che lo studio scientifico dell uomo nei contesti lavorativi comincia ad affacciarsi come possibile aiuto all organizzazione del lavoro. 2.2 TAYLOR E L ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO | Il principale protago- nista di questa fiorente nuova disciplina è l ingegnere e imprenditore statunitense Frederick Winslow Taylor | L AUTORE|. Uomo di molti interessi, L AUTORE FREDERICK WINSLOW TAYLOR Frederick Taylor, nato in un quartiere di FiODGHOfiD QHO SURYLHQH GD IDPLJOLD ERUghese, ma sviluppa sul campo la conoscenza delle dure condizioni del lavoro in fabbrica quando viene impiegato come apprendista RSHUDLR LQ XQD SLFFROD RIfiFLQD PHFFDQLFD GL )LODGHOfiD XQ ODYRUR FKH ª FRVWUHWWR DG DFcettare a seguito dell interruzione, per una malattia agli occhi, degli studi da avvocato. Nel 1878, come capomastro di un altra azienda (la Midvale Steel Co.), inizia una lunga serie di esperimenti nel campo della 1856 Nasce a Germantown, 18 TXDUWLHUH GL )LODGHOfiD TX 1874 apprendista operaio 1878 Capomastro della 18 Midvale Steel Co. M tecnica meccanica e in quello dell organizzazione del lavoro, trovando il tempo anche per studi serali di ingegneria, in cui si laurea nel 1883. Il taylorismo , pur avversato da lavoratori e sindacati per i suoi impatti ocFXSD]LRQDOL H SHU OR VIUXWWDPHQWR SVLFRfiVLco delle forze di lavoro, si diffonde in modo inarrestabile nella fabbrica moderna (applicandone i principi, Henry Ford ideò nel 1913 la catena di montaggio), mettendo in crisi il modello di sviluppo industriale basato sulla fiJXUD GHOO RSHUDLR 7D\ORU PXRUH QHO 1890 Passa alla Manufacturing 18 Investment Co. In 1883 Si laurea in ingegneria meccanica 1915 Muore 19 DD )LODGHOfiD 1901 Alla fusione della ditta in cui lavora con altre, ormai divenuto ricco, si dedica a consulenze gratuite unità 14 | La psicologia del lavoro e delle organizzazioni | 395

Spazio Scienze umane - volume 1
Spazio Scienze umane - volume 1
Psicologia - Metodologia della ricerca