Spazio Scienze umane - volume 1

so e quindi ha sognato che Federico le facesse una dichiarazione . «Ma io ho sognato Enrico, non Federico! «Sì. Ma l Enrico del sogno, guarda caso, indossava lo stesso giubbotto di Federico. Il vero desiderio represso riguarda proprio Federico, solo che le sue difese non avrebbero mai consentito a questo desiderio di comparire così come lei lo ha provato, perciò il desiderio verso Federico si è spostato su Enrico. Enrico è una maschera dietro cui si nasconde l inconfessabile desiderio per Federico . «Ma perché proprio Enrico? «Qualsiasi persona della stessa età sarebbe andata bene, ma è probabile che il sogno ci abbia dato un altro indizio in quanto il nome Federico suona un po come quello di Enrico e ha quattro lettere in comune. Insomma l inconscio vuole comunicare, vuole superare le barriere che la coscienza gli costruisce contro e ci offre numerosi indizi . L esempio è del tutto inventato e non ha nessun valore scientifico, ma è utile per comprendere come funzionano i sogni. Il contenuto manifesto nasconde il vero significato ma non riesce a camuffarlo completamente perché alcuni dettagli permettono comunque di arrivare al contenuto latente. L interpretazione dei sogni persegue lo scopo di giungere al significato originario del sogno, superando le distorsioni messe in atto dalla censura. Lo spostamento (mettere in scena un elemento al posto di un altro) è proprio uno dei meccanismi attraverso il quale il contenuto latente altrimenti impresentabile viene trasformato in un contenuto manifesto che affiora alla coscienza. A partire da tali scoperte Freud è quindi giunto ad alcune importanti conclusioni. La psiche umana non coincide con la coscienza: alcuni luoghi della mente contengono elementi che influenzano la nostra vita (al punto da farci talvolta ammalare) senza che noi ne siamo consapevoli. Fra disturbo psichico e normalità non esiste una differenza netta: il meccanismo del sogno è lo stesso del sintomo isterico, per cui tra malattia e sanità esiste una differenza solamente quantitativa. Il disturbo psichico non ha nulla a che fare con un deficit del pensiero: le persone che ne soffrono hanno lo stesso livello di intelligenza delle altre. Le parti della nostra mente non sono solo separate fra di loro, ma anche in conflitto costante: l inconscio e la coscienza hanno spesso obiettivi contrastanti e, quando essi risultano inconciliabili, può manifestarsi un sintomo. CONTENUTO MANIFESTO IL SOGNO sogno così come si presenta possiede p ttrasformazione a opera della censura CONTENUTO LATENTE ricordo rimosso unità 12 | La psicoanalisi | 333

Spazio Scienze umane - volume 1
Spazio Scienze umane - volume 1
Psicologia - Metodologia della ricerca