Spazio Scienze umane - volume 1

Legge dell effetto: la conseguenza di un comportamento è fondamentale ai fini dell apprendimento; la risposta ricompensata da piacere e soddisfazione sarà appresa come abituale, mentre quella che procura sofferenza o frustrazione tenderà a essere cancellata. Legge dell idoneità: parte dal presupposto teorico che l uomo agisce cercando di evitare condotte che possano disturbare il suo equilibrio. Di conseguenza, se viene stimolato un forte impulso a compiere una serie di azioni, dopo averle eseguite il soggetto tornerà a uno stato di quiete che produce soddisfazione. Invece, se queste azioni vengono in qualche modo ostacolate e non possono essere completate, ciò provocherà invece frustrazione. Lo studio di Thorndike assomiglia per certi aspetti a quello di Pavlov, con alcune importanti differenze. Il fisiologo russo verificava l apprendimento di un associazione fra due stimoli, il cibo e il suono del campanello, che provocavano nel cane una risposta automatica e passiva, la salivazione. Thorndike, invece, analizzò il comportamento attivo del gatto di fronte a una situazione-stimolo che non era naturalmente associata a una sola reazione possibile: il felino avrebbe anche potuto decidere di non provare a scappare. Inoltre, inseriva nel suo studio l elemento della ricompensa (il raggiungimento del cibo fuori dalla gabbia) assente dai primi studi di Pavlov. Infine, egli fu il primo a parlare di psicologia dell educazione, disciplina che si occupa di estendere i principi della psicologia comportamentista all apprendimento nel contesto scolastico, per migliorarne l efficacia, la chiarezza e l equità. LEGGI DI THORNDIKE SULL APPRENDIMENTO LEGGE DELL ESERCIZIO I comportamenti più esercitati sono appresi più saldamente LEGGE DELL EFFETTO Le risposte a una situazione seguite da una ricompensa sono rafforzate come risposte abituali; invece quelle errate vengono cancellate LEGGE DELL IDONEIT La sequenza di azioni compiuta in seguito a un forte impulso genera calma e soddisfazione; se la stessa sequenza di azioni è ostacolata, ne deriva frustrazione. :DWVRQ H LO FRQGL]LRQDPHQWR FODVVLFR | John Broadus Watson | L AUTORE S |, psicologo americano, fu l autore del manifesto teorico del compor- tamentismo, pubblicato nel 1913 con il titolo Psychology as the behaviorist views it ( La psicologia come la vede il comportamentista ). Il punto di partenza delle sue teorie era la convinzione che la psicologia, per poter essere considerata una scienza, dovesse esclusivamente indagare i dati osservabili del comportamento. Secondo Watson l uomo nasce con molti meno istinti 174 | PSICOLOGIA |

Spazio Scienze umane - volume 1
Spazio Scienze umane - volume 1
Psicologia - Metodologia della ricerca