T2 GINO STRADA, Non esiste la guerra giusta

AGENDA Percorsi di educazione civica 2030 T2 GINO STRADA Audio Non esiste la guerra giusta LETTURA intervista In questa intervista, concessa a Umberto De Giovannangeli, Gino Strada (19482021), chirurgo di guerra e fondatore dell associazione Emergency, sostiene con passione l idea per cui la guerra dovrebbe semplicemente essere abolita. Non è un utopia, ma un compito concreto che dobbiamo darci, per il bene dell umanità. UDG: Abolire la guerra. Per averlo affermato, è stato tacciato di essere un utopista. 5 10 15 20 25 GS: Per me è un complimento, non un insulto. Utopia era abolire la schiavitù duecento anni fa, eppure è stata abolita. L accusa di utopia è un assoluta sciocchezza. L utopia è qualcosa che non si è ancora verificata ma non è detto che non debba o possa realizzarsi. il sale della vita, dà un senso all impegno quotidiano, crea movimento, dà una ragione forte per passare dall io al noi . Qualsiasi conquista che ha segnato il cammino dell umanità, in ogni campo, a partire da quello scientifico era un illusione, un intuizione, fino al giorno prima di diventare realtà. Oggi non siamo ancora riusciti a debellare il cancro, ma questo non ci porta a sostenere l inutilità della ricerca, degli investimenti in questo campo. Questo, per me, vale anche per la guerra, che è il cancro dell umanità. Ognuno, per quel che può, deve cercare la soluzione, l antidoto per debellarla. La violenza non è la medicina giusta: non cura la malattia, ma uccide il paziente. «Siamo l unica specie animale che fa la guerra : non è un affermazione dei giorni nostri, a dirlo fu Erasmo da Rotterdam,1 che già 500 anni fa smontò il concetto di guerra giusta . In un mondo come quello di oggi, dove i conflitti si moltiplicano in continuazione, dove le armi disponibili potrebbero distruggere il pianeta, è ragionevole o no porsi il problema di come se ne esce? Io credo che sia la cosa più ragionevole. Abolire la guerra è una prospettiva molto più ragionevole che continuare a far finta di niente e continuare con questa pratica devastante. Il fatto che bombe PAROLA DI e armi abbiano marchiato a sangue Debellare è un verbo che nasconde la guerra (in latino il nostro passato, non vuol dire che bellum) nella sua radice. Si debbano essere parte obbligata usa per indicare l annientamento totale e definitivo del nemico, specie in ambito del nostro futuro. La guerra non è medico: debellare una malattia, o un vizio. iscritta nel destino dell umanità! 1. Erasmo da Rotterdam: teologo e filosofo olandese (1466-1536). 190

La luce del futuro - volume C
La luce del futuro - volume C
Epica