La sintassi

POESIA Le tecniche UNIT 2 Lessico basso Oltre alle parole di uso comune, è possibile trovare tra i versi anche vocaboli bassi e colloquiali, utilizzati in funzione comica o per prendere le distanze dalla comu nicazione letteraria tradizionale, aulica ed elitaria. ciò che accade in questi versi di Stefano Benni: Se a sera ritornano dal lavoro in città le moto incazzate i motorini ringhiosi gli operai e i ladri LA SINTASSI Costruire e montare tra loro le frasi di una poesia è un aspetto molto importante, capace di influire sui significati e sulle atmosfere evocate dal testo. Gli utilizzi della sintassi poetica prevedono numerose tipologie; ne riportiamo di seguito tre possibili configurazioni, significative dal punto di vista stilistico. Sintassi franta: il testo è generalmente composto da periodi molto brevi, giustapposti uno dopo l altro. Si ottiene, così, l effetto di un procedere a sin ghiozzo, per continui salti, come in questi versi di Giacomo Leopardi: Posa per sempre. Assai palpitasti. Non val cosa nessuna i moti tuoi, né di sospiri è degna la terra. Amaro e noia la vita, altro mai nulla; e fango è il mondo. T acqueta omai. Dispera l ultima volta. [ ] Sintassi legata: talvolta i poeti prediligono periodi più lunghi e complessi, costruiti con un elevato numero di subordinate e di coordinate e caratterizzati da frequenti incisi. L effetto ottenuto è quello di un discorso ampio, fluido e quasi ininterrotto, formato da segmenti legati tra loro. Si vedano, per esempio, i versi seguenti di Eugenio Montale: Se t hanno assomigliato alla volpe sarà per la falcata prodigiosa, pel volo del tuo passo che unisce e che divide, che sconvolge e rinfranca il selciato (il tuo terrazzo, le strade presso il Cottolengo, il prato, l albero che ha il mio nome ne vibravano felici, umidi e vinti) o forse solo per l onda luminosa che diffondi dalle mandorle tenere degli occhi, 52

La luce del futuro - volume B
La luce del futuro - volume B
Poesia e teatro