T9 Sono una creatura (da L’allegria)

I generi UNIT 5 La poesia civile T9 Sono una creatura TRATTO DA L allegria, 1931 METRO versi liberi Siamo sul monte San Michele, una modesta altura che la Grande guerra trasformò in un luogo tragico e leggendario. Là migliaia di soldati italiani sacrificarono il proprio sangue, combattendo contro l esercito austriaco in un arida pietraia, perfetto correlato dello stato d animo di Ungaretti. Audio LETTURA Valloncello di Cima Quattro* il 5 agosto 1916 5 10 Come questa pietra del S. Michele così fredda così dura così prosciugata così refrattaria così totalmente disanimata Come questa pietra è il mio pianto che non si vede La morte si sconta vivendo Giuseppe Ungaretti, Vita d un uomo. Tutte le poesie, a cura di L. Piccioni, Mondadori, Milano 199 PAROLA DI Refrattaria Dal verbo latino refragari, opporsi , la parola refrattario esprime sempre nelle sue varie accezioni un rifiuto verso qualcosa. Soprattutto in passato, refrattario era riferito a chi si rifiutava di obbedire o di sottoporsi a un obbligo (refrattario alle leggi, alle regole). Nell uso comune, chi mostra resistenza interiore a qualcosa, chi è timido, insensibile o indifferente è refrattario (refrattario al conformismo, alle luci della ribalta, ai sentimenti). Il materiale refrattario resiste a temperature elevatissime senza alterarsi. * Cima Quattro: postazione situata sull altopiano del Carso. 2. del S. Michele: del monte San Michele, a poca distanza da Gorizia, teatro di sangui- 316 nose battaglie fra le truppe italiane e quelle austro-ungariche. 5. prosciugata: arida. 8. disanimata: senza vita. 12-14. La morte si sconta vivendo: la pace data dalla morte si paga con il dolore patito in vita.

La luce del futuro - volume B
La luce del futuro - volume B
Poesia e teatro