FOCUS SULL’AUTORE - GIUSEPPE UNGARETTI

FOCUS SULL AUTORE GIUSEPPE UNGARETTI Leggere Ungaretti è come leggere il Novecento: il secolo che il poeta attraversa con entusiasmo sin da quando lascia l Egitto, dov era nato da un umile famiglia emigrata in cerca di fortuna, per imbarcarsi su una nave diretta in Europa. il 1912: di lì a poco Ungaretti si ritrova a discutere e scherzare con gli artisti, scrittori, intellettuali che gremiscono i bistrot di una frizzante Parigi. Ma, roso dall inquietudine, quando scoppia la Grande guerra abbandona anche loro, arruolandosi nell esercito italiano per mescolarsi come soldato semplice al popolo contadino, nel fango delle trincee. Qui nasce la sua grande poesia. Versi brevi, di eccezionale intensità, che colpiscono il lettore costringendolo a fermarsi, riflettere, mettersi in gioco. Non serve conoscere a fondo la tradizione letteraria per capire il primo Ungaretti: L allegria non ha bisogno di lunghe avvertenze per l uso. Basta lasciarsi trascinare dalla magia della sua parola lirica, capace di sublimare il trauma di un umile soldato. Proprio dove regnano morte e tenebre, l io sa così riconoscersi «docile fibra dell universo , immerso in una sorta di miracolosa armonia cosmica. la poesia di un uomo che affronta la guerra senza odio, e capisce quanto la vita sia un dono fragile e prezioso. Questa consapevolezza accompagna Ungaretti a Parigi, a Roma, in Brasile, in tutte le tappe della sua irrequieta esistenza. Impulsivo, curioso, estroverso, negli ultimi anni fa in tempo addirittura a seguire da vicino le proteste giovanili esplose nel Sessantotto. Come amava ripetere egli stesso, scherzando, non aveva ottant anni, ma era quattro volte ventenne. 1. LA VITA E LE OPERE 306 I primi anni in Egitto Giuseppe Ungaretti nasce nel 1888 ad Alessandria d Egitto da genitori di origine lucchese. Quando ha solo due anni il padre, emigrato per lavorare come operaio al canale di Suez, muore per un incidente. La madre, donna energica, gestisce un forno in un quartiere alla periferia della città, ai con ni del deserto. Ad Alessandria, città allora cosmopolita e animata grazie al vivace porto, Ungaretti frequenta un ottima scuola svizzera, nella quale apprende il francese. Da Parigi al fronte Nel 1912 si imbarca su una nave alla volta dell Europa, che non ha mai visto. Soggiorna per qualche mese a Firenze e a Roma, dopodiché si stabilisce a Parigi, dove frequenta l Università della Sorbona, circoli culturali, ma anche caffè e bistrot, nei quali stringe amicizia con i migliori intellettuali e artisti d avanguardia della sua generazione, come il poeta Guillaume Apollinaire e i pittori Amedeo Modigliani e Pablo Picasso. Quando scoppia la Grande guerra si schiera a favore dell interven-

La luce del futuro - volume B
La luce del futuro - volume B
Poesia e teatro