La luce del futuro - volume A

Calendario civile 55 60 65 Ci auguriamo che la Festa dei Lavoratori possa diventare, quanto prima, la Festa del Lavoro degno. Una festa che non si svolga solo all insegna della sacrosanta giustizia retributiva giuste opportunità, sicurezza, lotta alle disuguaglianze, reddito dignitoso ma che faccia sue le istanze dell altrettanto giusta giustizia contributiva: la tutela e la promozione delle condizioni grazie alle quali i cittadini e i lavoratori possono contribuire significativamente, appunto, al benessere delle loro comunità ed ottenere in questo modo, per dirla con il Michael Sandel4, «Il riconoscimento e la stima sociale, che va di pari passo con la produzione di ciò di cui gli altri necessitano e che apprezzano . Attenzione, dunque, a che la retorica che spesso circonda la Festa dei Lavoratori non porti ad accontentarsi della richiesta del lavoro per il lavoro, sempre e comunque. Perché il lavoro è travail, è travaglio e fatica, e anche per questo ha ragione d essere quando è degno e buono, utile e umanizzante. questo il lavoro che dovremmo generare e vorremmo festeggiare. Vittorio Pelligra, Il Primo Maggio diventi la festa del Lavoro degno, in «il Sole 24 ore , 1° maggio 2022 (con tagli) 4. Michael Sandel: filosofo statunitense (n. 1953). 719

La luce del futuro - volume A
La luce del futuro - volume A
Narrativa