La luce del futuro - volume A

125 130 135 140 145 150 Ora con una scusa, ora con un altra e fingendo di volersi liberare delle pietre tirandole nel vuoto, ma immaginandole dirette a Calandrino, per tutta la strada fino alla porta di San Gallo, lo andarono lapidando senza pietà. Gli uomini che stavano di guardia alla porta, precedentemente avvertiti da Bruno e da Buffalmacco, quando si presentò Calandrino carico di pietre finsero di non vederlo e lo lasciarono passare. Il poveretto, più convinto che mai d essersi reso invisibile, prese allora come poté la corsa verso casa sua. Essendo l ora di pranzo, non gli capitò neppure d incontrar persona che lo salutasse e lo riconoscesse. Arrivato a casa carico di sassi, vide sua moglie Tessa che in cima alla scala e con le mani sui fianchi lo aspettava. « questa l ora di rincasare? , gli disse. «Possibile che tu non sappia mai quando è tempo di mangiare? Che il diavolo ti porti! . Dunque , pensò Calandrino, costei mi vede. E se mi vede vuol dire che ho smarrito la pietra, oppure che le donne hanno potere di far perdere la virtù ai talismani . Salì di corsa la scala e, presa la moglie per i capelli, la coprì di botte. Bruno e Buffalmacco, che lo seguivano a distanza, giunti sotto la casa udirono le strida della donna e il fracasso della gran battitura12 che era in corso e che non prometteva di finir tanto presto. Dal basso chiamarono a gran voce Calandrino, che affacciatosi a una fine- 10. nelle calcagna: sui talloni. 11. reni: la parte bassa della schiena. 12. battitura: percosse, botte. 377 IL 120 E noi siamo stati così sciocchi da cadere in questo scherzo. Ci deve avere ingannati sul colore della pietra, in modo da poterla trovare solo lui . Calandrino, sentendo quei discorsi, si convinse d aver trovato davvero la pietra e d esser divenuto invisibile. Stette zitto e si avviò verso casa. Intanto Bruno diceva: «Che facciamo ancora qui? meglio che ce ne andiamo anche noi . «Andiamo, andiamo , approvava Buffalmacco, «ché siamo stati presi in giro quanto basta. Ma giuro a Dio che Calandrino ce la pagherà. Guarda, Bruno! Se fosse qui, davanti a noi, com è stato tutta la mattina, gli tirerei questo ciottolo nelle calcagna,10 da azzopparlo per un mese . Così dicendo, prese un ciottolo di quelli che aveva raccolto e lo tirò nelle calcagna di Calandrino, che trattenne a fatica un urlo, ma continuò la sua strada senza fermarsi. Bruno allora, presa anche lui una pietra a forma di quelle che si usano per affilare, disse a Buffalmacco: «La vedi questa pietra? Bene: vorrei che arrivasse a dare nelle reni11 a quel birbante di Calandrino! . Lanciò il sasso e colpì il povero Calandrino esattamente dove aveva detto. CLASSICO Ridi ridi

La luce del futuro - volume A
La luce del futuro - volume A
Narrativa