2. Analizziamo insieme - Alessandro Robecchi, Ouverture (da

Le tecniche UNIT 6 La lingua e lo stile nel testo narrativo 2 ANALIZZIAMO INSIEME ALESSANDRO ROBECCHI (Milano 1960) Ouverture TRATTO DA Follia maggiore, 2018 romanzo Oscar è un investigatore privato che, con l aiuto dell amico Carlo, ha rintracciato a Napoli un anziano signore, scomparso qualche giorno prima. Ma com è cominciata questa strana faccenda? Il brano che segue ce lo racconta: è l ouverture, cioè l inizio della vicenda. Ma certe storie vanno raccontate dall inizio, e l inizio è questo. 1. i piattini... bancone: riferimento al nastro trasportatore che in alcuni ristoranti giapponesi serve al cliente il sushi, tipico piatto a base di pesce crudo. 148 Nel passaggio prevale a la paratassi b l ipotassi perché la subordinazione c abbonda. d è assente. 15 La voce narrante propone un associazione di immagini. Di quale figura si serve per ben due volte? _________________________________________________________________________________________ _________________________________________________________________________________________ 10 LETTURA 5 La macchina fa il suo rombo continuo e tranquillo, il buio le sfreccia intorno, l autostrada è quasi sgombra, |i camion scorrono via come i grani di un rosario, come i piattini di sushi sui nastri trasportatori al bancone|.1 Autotreni quanti ne vuoi, all you can eat. | notte tardi, o mattina prestissimo. Carlo Monterossi guida tranquillo, rilassato, il vecchio è seduto accanto a lui, elegante, perfetto, sono in viaggio da quasi quattro ore e non si è allentato la cravatta, né tolto la giacca, né lamentato di nulla. Oscar sta sui sedili di dietro, mezzo sdraiato, forse sonnecchia un po , ora lo svegliano le curve dell Appennino, pensa Carlo. Hanno passato Firenze e |tobogano|2 giù verso Bologna e la pianura, poi è un filo dritto fino a Milano e sono arrivati.| Audio Il verbo tobogare , coniato dal narratore, rimanda a un registro a alto e solenne b basso e colloquiale perché è un invenzione vivace ed espressiva, com è anche lo stile tipico c parlato informale. d scritto e formale. 2. tobogano: scendono velocemente (dal sostantivo toboga , che indica un tipo speciale di slitta, senza pattini, usata per rapide discese).

La luce del futuro - volume A
La luce del futuro - volume A
Narrativa