L’ARTE DEL SEICENTO

Le novità di Caravaggio

Il Seicento si apre in Italia con le ricerche innovative di Caravaggio: i suoi dipinti, basati su contrasti di luce e oscurità e caratterizzati da un forte realismo, danno avvio a una tendenza che avrà molto successo in tutta Europa. La sua predilezione per il “vero” lo porta a prendere a modello le persone umili e gli ambienti della vita quotidiana più povera.

Il movimento artistico e culturale del Barocco

Il Barocco, la corrente artistica che caratterizza tutto il secolo, nasce a Roma, ma diventa presto una tendenza europea: esistono varianti nazionali e differenze legate alle personalità dei singoli artisti, ma il nuovo stile ha caratteristiche di base comuni ed è riconoscibile per gli effetti bizzarri e sorprendenti.

La ricerca del movimento è sempre presente: nell’architettura dove trionfano linee curve e piante ellittiche, nella pittura dagli effetti illusionistici della prospettiva da sott’in su e nella scultura attraverso dinamiche pose a spirale.

 >> pagina 313

Nuovi generi pittorici e classicismo

Nell’arte del Seicento convivono aspetti differenti, quasi in contrasto tra loro:

  • si affermano nuovi soggetti pittorici, come la natura morta iniziata da Caravaggio, e la pittura di genere. La prima è una raffigurazione di soli oggetti inanimati, mentre la seconda rappresenta situazioni della vita quotidiana;
  • accanto a questi nuovi generi sopravvive però anche un filone classicista, che ritorna all’eleganza dei modelli classici e dei temi mitologici.

Storie della Storia dell’arte - volume B
Storie della Storia dell’arte - volume B
Dalle origini a oggi. CAPITOLO DEMO: Il Seicento