Tempo, spazio, storia - volume 2

L RA DI CIVICA EUROPA un anglosassone, di nome Alcuino, prese a riscoprire i classici latini e cristiani antichi e ad avviare quella che fu chiamata la rinascita carolingia . Carlo Magno stesso comprendeva il latino, una lingua che consentiva all epoca la comunicazione orale e soprattutto scritta di persone che parlavano lingue diverse. Questo modello sarà importante per tutti i sovrani che dopo di lui costruiranno delle corti composte da funzionari e intellettuali provenienti da vari Paesi: si pensi per esempio a Federico II di Svevia, capace di integrare con grande libertà cultura tedesca e italiana all interno del regno di Sicilia, nella prima metà del XIII secolo; o a Carlo V d Asburgo, che, all inizio del XVI secolo, accoglieva nella corte del Sacro romano impero politici ed eruditi italiani, fiamminghi, tedeschi e spagnoli. Un tratto importante della rinascita carolingia fu la trascrizione dei testi classici da parte di addetti specializzati nella copiatura manuale, gli amanuensi. stato scritto che la cultura classica dell Europa moderna e contemporanea riposa sui testi che i carolingi hanno scelto per noi, ricopiandoli e salvandoli, mentre gli altri sono andati perduti per sempre. Molti di essi verranno poi ritrovati nel XV secolo, nell epoca della riscoperta della cultura classica, con il movimento detto Umanesimo, e poi nel Rinascimento. La cultura classica divenne così il fondamento comune della cultura europea. Carlo Magno aveva inoltre introdotto una moneta comune, in argento, nei territori che governava; allo stesso modo, nel 1992, con il Trattato di Maastricht i Paesi europei hanno abbandonato le monete nazionali adottando l euro. Non stupisce perciò che l esperienza carolingia sia considerata per alcuni aspetti un modello a cui guardare nel percorso di costruzione di una maggiore integrazione tra persone di diversa origine e cultura. E DOMANI? Dal 2008 in avanti l Unione europea ha affrontato molte crisi: quella finanziaria, quella del debito, quella migratoria, la Brexit, l ascesa dei populismi. Un momento di svolta si è verificato nel 2020, quando, di fronte all emergenza sanitaria dovuta alla pandemia di Covid-19, l Unione europea ha saputo rispondere in maniera innovativa e compatta, dando vita a Next Generation EU, uno strumento di ripresa economica nato con l obiettivo di sostenere e rilanciare le economie nazionali degli Stati membri, che il quotidiano britannico «The Economist ha definito «la principale innovazione costituzionale della UE dai tempi dell introduzione della moneta unica . Tramite Next Generation EU è stato infatti creato un fondo temporaneo da 750 miliardi di euro per finanziare gli investimenti dei Paesi dell Unione nell ambito della transizione energetica e digitale e le politiche per la coesione sociale ed economica. Oggi l Unione Europea mentre i venti di guerra, con l invasione russa dell Ucraina del 2022, ricordano la necessità e l urgenza di far fronte comune sembra voler acquisire un ruolo più netto e attivo nello scenario geopolitico globale, ma resta da vedere se l unità di intenti ritrovata davanti alla crisi pandemica resisterà alle diverse pressioni causate dai conflitti, dalla crisi energetica e da quella ambientale. L Europa si trova quindi davanti a un bivio: il suo rafforzamento e la nascita di un vero Stato federale (un entità politica sovranazionale alla quale vengono affidate le principali competenze degli Stati che la compongono, come la politica estera, la politica militare e quella economica) o, al contrario, la progressiva diminuzione del suo peso politico. 427

Tempo, spazio, storia - volume 2
Tempo, spazio, storia - volume 2
Da Roma imperiale all'anno Mille