27.2 LE SECONDE INVASIONI BARBARICHE E L’INCASTELLAMENTO

LEZIONE 27.2 LE SECONDE INVASIONI BARBARICHE E L INCASTELLAMENTO Tra i fattori che accelerarono la decadenza dell impero carolingio e che contribuirono al nuovo assetto politico e sociale dell Europa un ruolo fondamentale fu svolto dalle invasioni di nuove popolazioni che penetrarono nel continente a partire dal IX secolo. Per la prima volta dal tempo delle migrazioni che avevano accompagnato la fine dell impero romano, l Europa fu dunque sconvolta da nuove invasioni. Il fenomeno ebbe luogo lungo diverse direttrici geografiche, interessando il Nord, il Sud e la parte orientale del continente. Gli uomini del Nord STUDIO SULLA CARTA p. 409 Popoli e lingue p. 409 Sullo schermo e sulla pagina p. 411 Navi normanne in un particolare dell arazzo di Bayeux. 408 Dal Nord, e più precisamente dalla penisola scandinava, giunsero coloro che i Franchi chiamarono Normanni, ossia uomini del Nord , ma che in realtà si definivano Vichinghi e Variaghi (o Vareghi), a seconda che fossero originari della Norvegia o della Svezia. Si trattava di un insieme di tribù accomunate da usanze e da tradizioni culturali simili. Il termine Vichinghi , nella lingua scandinava, indicava gli uomini che frequentano le baie : le loro scorrerie, infatti, si limitavano in principio ad azioni piratesche lungo le coste del mare del Nord o a veloci incursioni all interno delle regioni nordeuropee, dove risalivano il corso dei fiumi a bordo di veloci e agili imbarcazioni. Attraverso la Senna, per esempio, nel corso del IX secolo i Normanni raggiunsero più volte la città di Parigi, arrivando a porla sotto assedio nell 885. Le conoscenze nautiche degli Scandinavi non si applicarono soltanto alla navigazione costiera o all esplorazione delle vie d acqua interne al continente. I Norvegesi, in particolare, si dimostrarono abilissimi in mare aperto, anche in virtù di innovazioni tecnologiche nella costruzione delle navi. Grazie alle imbarcazioni dalla larga chiglia, in grado di resistere alle onde dell oceano, conosciute come drakkar, i Norvegesi raggiunsero l Islanda e la Groenlandia, e da lì il Nord America, dove tuttavia non promossero alcuna forma di insediamento stabile e duratura. Poco alla volta, piuttosto, i Vichinghi spostarono il proprio raggio di azione verso le coste spagnole e il Mediterraneo, ottenendo costanti successi. L organizzazione militare dei Franchi, incentrata su un esercito di terra la cui mobilitazione richiedeva tempi molto lunghi, era infatti inadeguata a opporre una resistenza efficace a incursioni improvvise e veloci. A questo aspetto si aggiungevano la debolezza dei poteri statali e, di contro, il particolarismo feudale, che portava i signori, impegnati nella difesa dei propri territori e dei propri castelli, a trascurare completamente l organizzazione di una difesa militare comune.

Tempo, spazio, storia - volume 2
Tempo, spazio, storia - volume 2
Da Roma imperiale all'anno Mille