4. L’Europa fra alleanze e nazionalismo

4 L Europa fra alleanze e nazionalismo DUE BLOCCHI DI ALLEANZE Dopo la guerra franco-prussiana e la sconfitta della Francia nel 1871, l Europa visse un periodo di pace grazie a una rete di alleanze e accordi diplomatici, che sancivano di fatto il ruolo dominante dell Impero tedesco, l isolamento della Francia per imperdirle una rivincita contro la Germania, e il non coinvolgimento della Gran Bretagna nelle vicende del continente. Uno dei pilastri di questo sistema fu la Triplice Alleanza, che dal 1882 unì Germania, Austria-Ungheria e Italia. Il sistema andò in crisi quando, in nome della comune ostilità verso la Germania, Francia, Russia e Gran Bretagna si avvicinarono fra di loro. Nel 1904 la Gran Bretagna stipulò un alleanza con la Francia (Intesa Cordiale), seguita da una con la Russia. Il passaggio successivo fu la Triplice Intesa, formata nel 1907 da Gran Bretagna, Francia e Russia. In Europa si creò così un rigido blocco di alleanze, il primo dai tempi del Congresso di Vienna nel 1815. IL RIARMO I membri di ciascuno dei due blocchi iniziarono a preparare piani militari comuni e ad avviare una politica di riarmo. Le spese per gli armamenti aumentarono sempre di più e si rafforzò il peso dei militari e degli industriali che producevano navi, cannoni, fucili. In Germania, con il sostegno dell imperatore Guglielmo II, il Parlamento approvò la costruzione di nuove, potenti navi da guerra: le corazzate. La flotta tedesca divenne così la seconda al mondo dopo quella inglese e ciò rafforzò la rivalità anglo-tedesca. PASSIONI NAZIONALISTE Molti iniziarono a pensare che un nuovo equilibrio europeo si sarebbe potuto raggiungere solo attraverso una guerra, che avrebbe sancito la supremazia di una nazione, o di un gruppo di nazioni, sulle altre. Era quello che sosteneva il nazionalismo, una corrente di pensiero basata sulla volontà di affermare la superiorità politica, economica, militare della propria nazione. Il nazionalismo si diffuse agli inizi del Novecento nei governi e nell opinione pubblica; le passioni nazionaliste erano destinate a diventare un pericoloso strumento nelle mani di politici e intellettuali interessati a suscitare l ostilità fra i popoli. La vignetta mostra i tre sovrani della Triplice Alleanza (Germania, Italia e Austro-Ungheria) uniti contro la Francia, rappresentata dalla figura femminile con il berretto frigio, simbolo della rivoluzione. studio con metodo Organizzo le informazioni Costruisci una mappa sul quaderno con i due blocchi di alleanze, indicando nome dell alleanza, anno di formazione e Stati membri. la parola I movimenti nazionali sorti nella prima metà dell Ottocento si basavano su un sentimento di appartenenza a un gruppo che condivideva la stessa lingua, religione, storia, cultura, e avevano un orientamento liberale e democratico: perseguivano cioè l idea di un Europa di nazioni in pace fra loro. Ai primi del Novecento, però, ai movimenti nazionali si sostituì il nazionalismo, che poneva sopra a tutto l afferma- 76 UNIT 1 Il mondo tra Ottocento e Novecento zione della potenza politica, economica, militare del proprio paese. La scuola contribuì ad alimentare i sentimenti nazionalisti nei giovani, celebrando figure ed episodi eroici della storia patria. Inoltre, sui giornali molti episodi relativi alle conquiste coloniali e alle crisi internazionali furono ingigantiti e amplificati dalla stampa e dai governi, per far nascere nell opinione pubblica rancori e risentimenti nei confronti delle altre nazioni.

Ti racconto la Storia - volume 3
Ti racconto la Storia - volume 3
Dal Novecento a oggi. CAPITOLO DEMO: 5 - La Prima guerra mondiale