5. Gli Stati Uniti tra crescita economica e tensioni sociali

5 Gli Stati Uniti tra crescita economica e tensioni sociali

Un grande sviluppo economico

La Guerra fredda fu anche una competizione economica fra Usa e Urss, e in questo campo gli Stati Uniti risultarono superiori. Tra il 1945 e il 1970 il prodotto interno lordo statunitense raddoppiò e la disoccupazione si mantenne a livelli minimi. L’economia statunitense, come vedremo, funzionò come traino per la straordinaria fase di sviluppo dei paesi industrializzati nei decenni del dopoguerra ( capitolo 14, p. 340).

prodotto interno lordo (Pil): somma dei beni e dei servizi prodotti da un paese in un certo periodo di tempo.

il movimento per i diritti civili d

ei

neri

Anche se la società americana conobbe un generale progresso, rimanevano ancora disuguaglianze e discriminazioni ai danni soprattutto delle minoranze etniche e degli immigrati. Negli Stati del Sud vigeva la segregazione razziale: i neri erano esclusi per legge da scuole e università, ospedali, locali pubblici, mezzi di trasporto frequentati dai bianchi.

Sorse così un movimento per i diritti civili dei neri, che sfidò la segregazione soprattutto attraverso azioni di boicottaggio: come segno di protesta, i neri si sedevano, per esempio, nei posti riservati ai bianchi sugli autobus o entravano nei locali dove era vietato loro l’ingresso. Uno dei leader del movimento era il pastore protestante Martin Luther King, sostenitore, come Gandhi, della non violenza. Organizzò sit in (una protesta che consiste nel sedersi per terra in luoghi pubblici) e manifestazioni, fra cui la grande marcia su Washington nell’agosto 1963. Martin Luther King fu ucciso in un attentato nel 1968.

studio con metodo

Comprendo

Rispondi sul quaderno.

- Che cos’era la segregazione razziale in vigore negli Stati Uniti?

- Chi era Martin Luther King? Che tipo di lotta portava avanti?

Panchine destinate alle sole persone di colore (“colored only”) in una cittadina americana nei primi anni Sessanta.

Martin Luther King sul palco allestito a Washington in occasione della grande “Marcia per il lavoro e la libertà” nell’agosto 1963.

<

Ti racconto la Storia - volume 3
Ti racconto la Storia - volume 3
Dal Novecento a oggi