EDUCAZIONE CIVICA - I LUOGHI DELLA STORIA: Il Lincoln Memorial: un tempio per il presidente

Educazione civica – I LUOGHI DELLA STORIA

Il Lincoln Memorial: un tempio per il presidente

Il presidente che vinse la guerra

Nel 1867, a due anni di distanza dall’omicidio del presidente Abraham Lincoln, venne fondata la Lincoln Monument Association, un’associazione nata per iniziativa del Congresso degli Stati Uniti con l’obiettivo di realizzare un monumento in memoria del presidente che aveva vinto la Guerra di secessione.

I lavori di questo progetto proseguirono però con grande lentezza, come dimostra il fatto che solo 34 anni dopo, nel 1901, venne individuata l’area adatta. Si trattava di una zona paludosa nei pressi della capitale Washington, in cui era necessario fare una serie di lavori prima di costruire il monumento a Lincoln. La prima pietra fu posata nel giorno del compleanno del presidente, il 12 febbraio 1914. Il monumento fu inaugurato otto anni dopo, nel 1922.

Un viale dedicato alla memoria americana

Il Lincoln Memorial è uno dei monumenti che occupa il National Mall, un ampio viale situato a Washington, lungo circa tre chilometri, che collega il Campidoglio, sede della Camera e del Senato degli Stati Uniti, allo stesso Lincoln Memorial. Lungo il percorso trovano spazio molti altri monumenti che celebrano la storia americana, come il Washington Monument (un obelisco in marmo che commemora George Washington, padre fondatore e primo presidente degli Stati Uniti), il Museo nazionale di storia americana, il Museo di storia naturale e quello degli indiani d’America, o anche i monumenti in memoria dei caduti della Seconda guerra mondiale e della Guerra del Vietnam.

L’ispirazione classica

Il Lincoln Memorial ha la forma di un tempio greco, in stile dorico, e si ricollega in questo allo stile neoclassico del Campidoglio. La struttura è realizzata in granito e marmo. Al suo interno vi è un’enorme statua di Abraham Lincoln seduto, realizzata dallo scultore Daniel Chester French: nove metri di altezza (compreso il piedistallo), 28 enormi blocchi di marmo bianco e un peso complessivo di 170 tonnellate. I progettisti avevano in mente un chiaro precedente storico, il grande tempio di Zeus che sorgeva a Olimpia e la monumentale statua del dio che ospitava: uno Zeus seduto, come Lincoln, realizzato da Fidia e alto circa dodici metri, una delle sette meraviglie del mondo antico. Tra le numerose iscrizioni presenti nel Lincoln Memorial spicca, sulla parete sud, il discorso di Gettysburg (p. 435), mentre sulla parete nord è riprodotto il secondo discorso inaugurale tenuto nel 1865 da Lincoln dopo la sua rielezione.

«I have a dream»

Il Lincoln Memorial è stato teatro di alcuni eventi storici. Il più memorabile avvenne il 28 agosto 1963, quando il pastore protestante Martin Luther King pronunciò proprio davanti all’edificio il suo discorso più famoso, riassunto nella frase «I have a dream» (Io ho un sogno), con cui espresse la speranza che un giorno la popolazione afroamericana avrebbe goduto degli stessi diritti dei bianchi.

Rifletti e discuti

  • Secondo te, perché l’America ha deciso di celebrare Abraham Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, in modo così grandioso? E perché Martin Luther King decise di pronunciare il suo famoso discorso «I have a dream» proprio davanti alla statua di Lincoln?
  • Se tu dovessi scegliere un personaggio italiano da celebrare con un monumento, chi sceglieresti e perché?

Ti racconto la Storia - volume 2
Ti racconto la Storia - volume 2
Dal Rinascimento alla fine dell’Ottocento