4. Gli scienziati del Rinascimento

4 Gli scienziati del Rinascimento

Artisti-scienziati

Come abbiamo visto, i grandi artisti del Rinascimento furono anche degli scienziati, nel senso che unirono le loro doti artistiche a solide conoscenze nell’ambito dell’ingegneria, della meccanica e dell’architettura.

Non è un caso che Leonardo da Vinci, il più celebre degli artisti del Rinascimento, sia stato anche un grande inventore, che progettò, per esempio, i primi tentativi di “macchine volanti” (Le storie di Galatea, p. 16).

Inoltre il Rinascimento segnò anche fondamentali passi in avanti nelle conoscenze in svariati ambiti del sapere scientifico. Lo studio del corpo umano, per esempio, fece enormi progressi, portando alla nascita di una nuova disciplina, l’anatomia, di cui Andrea Vesalio, medico fiammingo che insegnava all’università di Padova, fu uno dei primi esponenti.

La teoria copernicana e l’opposizione della Chiesa

In astronomia lo scienziato polacco Niccolò Copernico mise in discussione la teoria  tolemaica o geocentrica (da géo, “Terra” in greco) che sosteneva che la Terra fosse al centro dell’universo e il Sole e gli altri pianeti vi girassero attorno.

Nel 1543 Copernico rese pubblica la sua straordinaria teoria, che da lui prende il nome di “copernicana” o “eliocentrica” (da hélios, “Sole” in greco), secondo cui era invece la Terra a girare intorno al Sole.

La centralità dell’essere umano portò gli scienziati a considerare la natura come un fenomeno da conoscere e da studiare e non come uno specchio del volere di Dio. Molti fenomeni furono dimostrati in modo completamente diverso da come li spiegava la Bibbia, e ciò causò l’immediata opposizione della Chiesa: non a caso, essa ostacolò per lungo tempo la diffusione della teoria copernicana.

pagina 27 

LEGGERE LA STORIA ATTRAVERSO le immagini: il planisfero di copernico

«E in mezzo a tutto sta il Sole»: così scrisse Copernico nel 1543. Una semplice frase che riassume la sua rivoluzionaria teoria, detta appunto eliocentrica.

Questa incisione del XVII secolo mostra il Sole al centro dell’universo e la Terra che, come gli altri pianeti, gli gira intorno lungo una traiettoria circolare. La Luna invece si muove su un’orbita intorno alla Terra. La teoria di Copernico non fu accolta bene: all’epoca infatti era in uso il sistema geocentrico, che riteneva la Terra fissa al centro, con tutti i pianeti allora conosciuti intorno, come affermava anche la Bibbia. Come vedremo nel capitolo 6, la teoria copernicana dovrà aspettare Galileo Galilei (1564-1642), il “padre” della scienza moderna, per essere confermata.


Osserva l’immagine e rispondi alle domande.

1. Dove si trova il Sole?

.............................................................................................................................................................................

2. Dove si trova la Terra?

.............................................................................................................................................................................

3. Dove si trova la Luna?

.............................................................................................................................................................................

4. Quale teoria è rappresentata nell’immagine? Chi la elaborò?

.............................................................................................................................................................................

.............................................................................................................................................................................

Ti racconto la Storia - volume 2
Ti racconto la Storia - volume 2
Dal Rinascimento alla fine dell’Ottocento