2. Ferro e carbone

2 Ferro e carbone

Imprenditori e operai

I progressi del settore tessile, con il conseguente aumento della produttività e dei guadagni, trascinarono il resto dell’economia inglese. A investire sulle nuove macchine e sull’avvio o l’ingrandimento delle attività industriali furono proprio i membri di quel gruppo sociale che si era arricchito con la rivoluzione agricola e che dunque possedeva le somme di denaro necessarie per fare grandi investimenti. Inoltre la forza-lavoro, cioè gli operai (sia uomini sia donne) che servivano per lavorare nelle fabbriche, non mancava di certo, a causa della crescita demografica e dell’abbandono del lavoro nei campi da parte di molti contadini che erano alla ricerca di impieghi più remunerativi, capaci cioè di garantire maggiori guadagni.

Il settore siderurgico

Dopo quello tessile, l’altro settore industriale che fu maggiormente coinvolto nella rivoluzione di quegli anni fu il siderurgico, ovvero quello dei metalli. Anche qui fu necessaria una serie di innovazioni tecniche e scoperte scientifiche per arrivare, nell’arco di alcuni decenni, dalla produzione della ghisa a quella di barre di ferro. Il ferro, più resistente e leggero della ghisa e di altri metalli, venne prodotto in maggiore quantità e di qualità migliore rispetto al passato, trovando utilizzo praticamente ovunque, dalla costruzione di grandi strutture fino alla produzione di piccoli oggetti di uso quotidiano.

Il carbone

Il combustibile necessario per far funzionare gli altiforni (cioè gli impianti dove si produceva ghisa e si otteneva il ferro) era il carbone, uno dei grandi protagonisti della rivoluzione industriale.

La necessità di estrarlo dalle miniere nel più breve tempo possibile fu all’origine di un’altra invenzione fondamentale del periodo: la pompa di Newcomen (1712), dal nome del suo inventore, il fabbro e mercante di ferramenta Thomas Newcomen. Questa macchina sfruttava la forza del vapore, prodotto dalla combustione dello stesso carbone, per pompare l’acqua, ma aveva due grossi difetti: consumava troppo combustibile e aveva costi di mantenimento troppo alti.

Ti racconto la Storia - volume 2
Ti racconto la Storia - volume 2
Dal Rinascimento alla fine dell’Ottocento