COSTRUISCI I TUOI SAPERI FONDAMENTALI

COSTRUISCI I TUOI SAPERI FONDAMENTALI

LEGGO, ASCOLTO E RIPASSO

1 Il progresso e la ragione. L’Illuminismo è un movimento culturale nato in Europa nel Settecento, che si basava sulla volontà di illuminare le menti, di liberarle cioè dalle tenebre dell’ignoranza, del fanatismo e della superstizione per fare spazio al lume della ragione. L’opera più importante della cultura illuminista è l’Enciclopedia, una mastodontica raccolta che voleva rappresentare non solo una sintesi delle conoscenze nei diversi ambiti, ma anche il punto d’inizio di un nuovo modo di concepire il sapere umano.


2 Le idee politiche ed economiche degli illuministi. I tre più importanti autori politici dell’Illuminismo europeo furono i francesi Montesquieu, Voltaire e Rousseau. L’Illuminismo fu inoltre importante per la diffusione di nuove teorie economiche, come il liberismo e la fisiocrazia. L’Europa del Settecento conobbe l’ampliamento della cosiddetta sfera pubblica, grazie soprattutto a due fattori: la nascita e diffusione di gazzette e fogli di notizie, antenati dei moderni giornali, e la comparsa di nuovi luoghi di incontro e di socialità, come i salotti e i caffè.


3 Il dispotismo illuminato di Federico II di Prussia. Il re di Prussia Federico II fu uno dei principali esempi di despota illuminato. Amico di Voltaire, fu l’artefice della crescita politica ed economica della Prussia e della sua trasformazione in una vera potenza europea.


4 La Russia da Pietro I a Caterina II. Il vastissimo Impero russo era governato dallo zar, un sovrano dal potere quasi illimitato. Dal 1613 fino al 1917 fu la dinastia dei Romanov a occupare il trono russo; uno dei più celebri esponenti della famiglia fu Pietro I, detto il Grande. Pietro fu lo zar che per primo si impegnò in un grande processo di trasformazione e di ammodernamento della Russia, guardando all’esempio dei paesi dell’Europa occidentale.


5 Le riforme della zarina. La zarina Caterina II attuò una politica estera molto aggressiva e si guadagnò, al pari di Federico II di Prussia, la fama di despota illuminata per un limitato numero di azioni di governo. In realtà, nel suo complesso, il governo di Caterina fu tutt’altro che aperto verso le novità e le riforme.


6 L’Austria di Maria Teresa e Giuseppe II. L’imperatore Giuseppe II e sua madre, Maria Teresa d’Austria, possono essere intesi come i due esempi più significativi di despoti illuminati, perché idearono e portarono a termine un vasto programma di riforme politiche, economiche e sociali.


7 Il dispotismo illuminato in Italia. In Italia furono due i centri di diffusione della cultura illuminista: Milano e Napoli. A Milano, in particolare, fu attivo il giurista Cesare Beccaria, sostenitore della battaglia contro la tortura e la pena di morte. Nell’Italia austriaca, quella cioè governata da esponenti della famiglia Asburgo, vennero attuate riforme ispirate ai princìpi illuministi e sperimentate importanti innovazioni.

pagina 239 

ORGANIZZO I CONCETTI CHIAVE

pagina 240 

VERIFICO LE CONOSCENZE

Scegli la risposta corretta


1 Che cosa indica il termine “Illuminismo”?

  • a La necessità di illuminare le menti per liberarle dall’ignoranza e dalla superstizione.
  • b La libera interpretazione delle Sacre Scritture.
  • c La necessità di porre Dio al centro dell’universo affinché illumini l’uomo.


2 Da che cosa doveva essere guidato l’essere umano per gli illuministi?

  • a Dal costante desiderio di conoscere e di apprendere.
  • b Dalla politica.
  • c Dalla religione.


3 Quale Stato è considerato la patria dell’Illuminismo?

  • a La Germania.
  • b La Francia.
  • c La Russia.


4 Che cos’è l’Enciclopedia?

  • a Un saggio politico.
  • b Una vasta enciclopedia che si proponeva di raccogliere tutte le conoscenze umane.
  • c Un romanzo.


5 Chi sostenne la divisione dei poteri?

  • a Rousseau.
  • b Voltaire.
  • c Montesquieu.


6 Chi fu il maggior esponente del liberismo economico?

  • a François Quesnay.
  • b Voltaire.
  • c Adam Smith.


7 Chi erano i despoti illuminati?

  • a Sovrani che seguivano la luce della religione.
  • b Sovrani che misero in atto alcuni dei princìpi e delle idee dell’Illuminismo.
  • c Sovrani che vissero nel periodo dell’Illuminismo.


8 Che cosa fece Pietro il Grande?

  • a Cercò di modernizzare la Russia.
  • b Impose nuove tasse.
  • c Combatté a lungo per conquistare il predominio in Europa.


9 Che cosa caratterizzò il governo di Caterina II?

  • a L’apertura verso le novità e le riforme.
  • b Una politica interna molto illuminata.
  • c Una politica estera molto aggressiva.


10 Quale fu il despota illuminato più efficace?

  • a Caterina II.
  • b Pietro III.
  • c Giuseppe II.

SVILUPPO LE COMPETENZE

COMPRENDO

                     1 Completa il testo sull’Illuminismo con i termini mancanti, scegliendoli tra quelli elencati. Attenzione: nell’elenco ci sono tre termini in più. (paragrafo 1)


Enciclopedia Francia ragione pensare Illuminismo opera sapere pregiudizi scienza problema Voltaire superstizione


Nel XVIII secolo, in Europa si affermò l’ .......................... , un nuovo modo di .......................... che esaltava il valore della .......................... grazie alla quale l’uomo poteva liberarsi dall’ignoranza e dalla .......................... . In .......................... fu progettata e realizzata l’ .......................... simbolo degli illuministi: l’ .......................... , una raccolta di tutto il .......................... umano e che rappresentava una conoscenza libera dai .......................... .

pagina 241 

                     2 Indica se le affermazioni sono vere (V) o false (F). (paragrafi 3, 4)


a. Le riforme dei sovrani illuminati volevano migliorare l’organizzazione statale.

  •   V       F   

b. Federico II di Prussia coinvolgeva i suoi sudditi nelle riforme.

  •   V       F   

c. Federico II ridimensionò molto il potere della Chiesa e la sua influenza nella società.

  •   V       F   

d. Lo zar di Russia Pietro I rafforzò l’esercito e la marina, e rese più efficiente l’apparato burocratico dello Stato.

  •   V       F   

e. A Pietro I si deve la costruzione della città di Mosca.

  •   V       F   

                     3 Scrivi per ciascuna teoria il personaggio che l’ha formulata. (paragrafo 2)


Teoria

Personaggio

a. I poteri dello Stato sono tre e devono essere separati ed esercitati da persone diverse.

 

b. L’intellettuale illuminista deve fare da consigliere ai sovrani che, attraverso l’attuazione di una serie di riforme, possono garantire i diritti e le libertà dei sudditi.

 

c. La società ideale è quella regolata da un contratto sociale basato sulla condivisione dei beni e sulla democrazia diretta.

 

d. Lo Stato deve lasciare la massima libertà al mercato.

 
MI ORIENTO NEL TEMPO

                     4 Abbina gli eventi alle date, scrivendo la lettera corrispondente sotto la data corretta. (capitolo intero)


a. Viene pubblicata l’Enciclopedia b. Sale al trono Federico II di Prussia c. Cesare Beccaria pubblica Dei delitti e delle pene d. Sale al trono Pietro il Grande e. Sale al trono Caterina II di Russia f. Sale al trono Giuseppe II


  •     1682
  •     1740
  •     1751
  •     1762
  •     1764
  •     1765
MI ORIENTO NELLO SPAZIO

                     5 Osserva la carta e completa la legenda colorando i quadratini bianchi. (capitolo intero)


  •        Stato in cui nasce l’Illuminismo
  •        Stato in cui regna Federico II
  •        Stato in cui regna Caterina II
  •        Stato in cui regna Giuseppe II
pagina 242 

COLGO LE RELAZIONI

                     6 Collega ciascuna azione della colonna A con il suo scopo nella colonna B. (paragrafi 5, 6)


A

B

1. Caterina II fece confiscare alla Chiesa ortodossa numerosi beni e proprietà per...

a. costringere tutti a dare un’educazione ai propri figli.

2. Caterina II attuò una politica estera molto aggressiva per...

b. ripartire meglio le tasse a seconda dei beni posseduti.

3. Giuseppe II rese l’istruzione elementare obbligatoria per...

c. limitarne il potere e l’influenza.

4. Giuseppe II soppresse interi ordini religiosi e confiscò i beni ecclesiastici per...

d. ampliare i confini dell’Impero russo.

5. Giuseppe II istituì il catasto per...

e. assoggettare il clero allo Stato.

ANALIZZO UNA FONTE

                     7 Leggi il testo e svolgi le attività. (paragrafo 2)


Il brano che segue è tratto da Lo spirito delle leggi di Montesquieu, pubblicato nel 1748 dopo 14 anni di lavoro. In esso il filosofo francese espone la teoria della divisione dei poteri.


Esistono in ogni Stato, tre sorte di poteri: il potere legislativo, il potere esecutivo delle cose che dipendono dal diritto delle genti, e il potere esecutivo di quelle che dipendono dal diritto civile.

In base al primo di questi poteri, il principe o il magistrato fa delle leggi per sempre o per qualche tempo, e corregge o abroga quelle esistenti. In base al secondo, fa la pace o la guerra, invia o riceve delle ambascerie, stabilisce la sicurezza, previene le invasioni. In base al terzo, punisce i delitti o giudica le liti dei privati. […] Quando nella stessa persona o nello stesso corpo di magistratura il potere legislativo è unito al potere esecutivo, non vi è libertà, perché si può temere che lo stesso monarca o lo stesso senato facciano leggi tiranniche per attuarle tirannicamente. Non vi è libertà se il potere giudiziario non è separato dal potere legislativo e da quello esecutivo.

(da Documenti storici, a cura di Rosario Romeo, Giuseppe Talamo, Loescher editore, Torino 1969)


1. Sottolinea nel testo con colori diversi:

a quali sono i tre poteri secondo Montesquieu;

b in quale situazione si può affermare la tirannia;

c in quale situazione viene a mancare la libertà.


2. Rispondi alle domande.

a. Perché il potere legislativo deve essere separato da quello esecutivo?

.......................................................................................................................................................................................

.......................................................................................................................................................................................

b. Sapresti spiegare che cos’è la tirannia?

.......................................................................................................................................................................................

.......................................................................................................................................................................................

c. Che cosa significa il termine “abroga” (r. 4)?

.......................................................................................................................................................................................

pagina 243 

UTILIZZO IL LESSICO STORICO

                     8 Scrivi per ciascuna definizione il termine corretto. (capitolo intero)


Definizione

Termine corretto

a. Teoria economica che prevede la massima libertà nella produzione e nel commercio.

 

b. Inventario di tutti gli edifici e i terreni che permette di conoscere con l’estensione delle proprietà e l’appartenenza, al fine di stabilire l’importo delle tasse.

 

c. Monarca assoluto illuminato dalla ragione.

 

d. Teoria economica che garantisce la libera circolazione delle merci.

 

e. Condizione, stabilita dalla legge, di un coltivatore privo di libertà personale, vincolato alla terra in cui vive e lavora.

 
RIELABORO LE INFORMAZIONI

                     9 Rileggi il paragrafo “Il dispotismo illuminato in Italia” a p. 236, sottolinea le informazioni principali e riassumilo in massimo 10 righe. Puoi seguire la scaletta seguente. (paragrafo 7)

I centri di diffusione della cultura illuminista in Italia.

La rivista «Il Caffè» e i suoi intellettuali.

Il dispotismo illuminato nell’Italia austriaca e le riforme.

PRODUCO UN TESTO SCRITTO

                     10 Scrivi un testo di massimo 20 righe in cui descrivi la corrente di pensiero dell’Illuminismo, le sue caratteristiche più importanti, i suoi maggiori esponenti, la sua diffusione. Rifletti quindi sugli aspetti di questo movimento che secondo te sono ancora attuali.

COMPETENZE ATTIVE • Debate

Le enciclopedie come strumenti di conoscenza

L’Enciclopedia di Diderot e d’Alembert fu un’opera rivoluzionaria perché per la prima volta ci si proponeva di raccogliere tutti i saperi umani nel campo delle scienze e della tecnica e di mostrare come fossero tutti collegati tra loro. Grazie a quest’opera cambiava il modo di concepire e diffondere la conoscenza. Oggi le enciclopedie cartacee sono state spesso sostituite da quelle digitali, ma, al di là del supporto utilizzato, ha ancora senso affidarsi a un’enciclopedia per acquisire informazioni su un argomento, visti i molti canali di informazione di cui disponiamo grazie alla Rete?


lavoro a gruppi

La classe si divide in due gruppi. Con l’aiuto dell’insegnante, avviate un dibattito sulla questione se le enciclopedie oggi abbiano ancora un senso e perché.

VERIFICO LE MIE IPOTESI

Adesso che hai studiato l’argomento, riprendi le domande iniziali della rubrica “LE MIE IPOTESI” a p. 223. Le tue risposte erano corrette?

  • Abbiamo visto in questo capitolo che gli illuministi, affidandosi alla ragione, contrastavano quella mentalità conservatrice, propria soprattutto della Chiesa del tempo, che si opponeva allo sviluppo culturale e alla conoscenza, restando ferma su princìpi che non si osava mettere in discussione.
  • Secondo te, oggi le azioni umane sono sempre guidate dalla ragione, oppure ci sono alcuni casi in cui questo non avviene, per esempio quando si è influenzati da credenze e superstizioni? Motiva la tua risposta.
  • Pensi anche tu che la conoscenza, gli studi e lo spirito critico siano utili per costruire un futuro migliore? Esprimi la tua opinione.

Ti racconto la Storia - volume 2
Ti racconto la Storia - volume 2
Dal Rinascimento alla fine dell’Ottocento