4. La Russia da Pietro I a Caterina II

4 La Russia da Pietro I a Caterina II

La dinastia Romanov

Il vastissimo impero russo, che si estendeva tra Europa e Asia, era governato dallo  zar, un sovrano dal potere quasi illimitato. Dal 1613 fino al 1917 fu la dinastia dei Romanov a occupare il trono russo; uno dei Romanov più celebri fu Pietro I, passato alla storia come Pietro il Grande.

Uno zar con lo sguardo rivolto all’Europa

Salito al potere all’età di dieci anni, nel 1682, Pietro fu il sovrano che per primo si impegnò in un vasto processo di trasformazione e di ammodernamento della Russia, un paese che, alla fine del Seicento, era ancora molto arretrato rispetto al resto d’Europa. Dopo aver passato alcuni anni in viaggio in Occidente, in particolare in Olanda e in Francia, lo zar cercò poi di riportare in Russia ciò che aveva visto e ammirato all’estero.

Anticipando alcune delle mosse che avrebbero poi compiuto i despoti illuminati, Pietro rafforzò notevolmente l’esercito e la marina, potenziò e rese più efficiente l’apparato burocratico dello Stato, limitò, riuscendovi solo parzialmente, il potere dei grandi nobili (che in Russia erano chiamati “boiari”) e della Chiesa ortodossa. In politica estera, combatté una lunga guerra contro la Svezia per il dominio del Mar Baltico.

una nuova capitale: san pietroburgo

A Pietro, che era famoso anche per la sua statura decisamente al di sopra della media (circa due metri), si deve inoltre la fondazione nel 1703 di una nuova capitale, posta sul Golfo di Finlandia e molto più vicina all’Europa rispetto a Mosca: San Pietroburgo. La costruzione di questa splendida città costò, tuttavia, la morte di quasi 30 000 operai e lavoratori, impegnati a prosciugare le paludi e a costruire gli edifici a ritmi intensissimi.

La Russia dopo Pietro il grande

In seguito alla morte di Pietro I, nel 1725, sul trono russo si alternarono sovrani che non furono in grado di proseguire sulla strada del cambiamento e dell’ammodernamento della Russia. Per trovare un nuovo zar capace di meritarsi l’appellativo di “Grande” si dovette attendere il 1762 e l’ascesa al trono di una donna, Caterina II.

Ti racconto la Storia - volume 2
Ti racconto la Storia - volume 2
Dal Rinascimento alla fine dell’Ottocento