3. Il dispotismo illuminato di Federico II di Prussia

3 Il dispotismo illuminato di Federico II di Prussia

La Prussia diventa una potenza europea

L’idea di Voltaire di sfruttare il potere di qualche sovrano aperto alle idee illuministe per introdurre riforme e cambiamenti nella società lo spinse a prendere contatto e, in seguito, a diventare consigliere di uno dei sovrani europei più importanti del XVIII secolo: Federico II di Prussia. A capo di un piccolo regno di lingua tedesca composto da diversi territori oggi compresi tra le attuali Germania, Polonia e Lituania, Federico II fu il principale artefice della crescita della Prussia e della sua trasformazione in una vera potenza europea (carta a p. 230). Durante quasi cinquant’anni di governo (1740-86), Federico II rese il suo esercito un avversario temibile e organizzato in molti conflitti, creò un apparato burocratico complesso ed efficiente e rafforzò notevolmente il prorio potere di sovrano, limitando l’influenza di Chiese e ordini religiosi, migliorando il  prelievo fiscale (che garantiva allo Stato un afflusso costante di denaro) e coinvolgendo nella sua azione di governo, senza scontentarli, grandi aristocratici e proprietari terrieri (i cosiddetti Junker).

Le politiche “illuminate” di Federico II

È necessario tenere bene a mente gli obiettivi di Federico II per comprendere anche la sua azione come despota illuminato, come sovrano cioè che mise in atto alcuni dei princìpi e delle idee dell’Illuminismo. In particolare, il re prussiano istituì l’istruzione elementare obbligatoria, incentivò le scienze e la cultura, garantì una certa libertà di stampa e tolleranza religiosa (dando asilo politico anche a molte minoranze in fuga da altri paesi, come ebrei e calvinisti), abolì l’uso della tortura nei processi e limitò il ricorso alla pena di morte, promosse lavori di costruzione di canali e strade e di bonifica di terreni paludosi.
pagina 230 

LEGGERE LA STORIA ATTRAVERSO LE CARTE: L’ESPANSIONE DELLA PRUSSIA NEL SETTECENTO

Osserva la carta e rispondi alle domande.

1. Quali territori acquisì la Prussia durante il regno di Federico II?

.............................................................................................................................................................................

2. Perché, secondo te, l’acquisizione del 1772 era molto importante?

.............................................................................................................................................................................

.............................................................................................................................................................................


IERI E OGGI

3. Confronta la carta con una attuale dell’Europa e completa la tabella: per ciascuna città prussiana, scrivi l’attuale Stato di appartenenza.


a. Berlino

.....................................................

b. Stettino

.....................................................

c. Danzica

.....................................................

d. Breslavia

.....................................................

e. Memel

.....................................................

f. Königsberg

.....................................................

Ti racconto la Storia - volume 2
Ti racconto la Storia - volume 2
Dal Rinascimento alla fine dell’Ottocento