1. Il progresso e la ragione

1 Il progresso e la ragione

L’Illuminismo e i suoi temi principali

L’Illuminismo fu un movimento culturale, nato in Europa nel Settecento, che esercitò un’importante influenza non solo a livello teorico, su varie discipline e saperi, ma anche a livello pratico, nella società e nella politica. Lo stesso termine “Illuminismo” fa riferimento alla necessità, avvertita da molti intellettuali dell’epoca, di “illuminare” le menti, di liberarle cioè dalle tenebre dell’ignoranza, del fanatismo e della superstizione per fare spazio al lume (cioè alla luce) della ragione. Secondo gli illuministi gli esseri umani dovevano, attraverso la razionalità, rifiutare tutte le idee e i concetti imposti da autorità religiose o da poteri politici che negavano diritti e libertà ormai considerati come naturali, universali e, quindi, inalienabili (cioè che non potevano essere negati). Invece di confidare nella Provvidenza, ovvero nell’intervento di Dio nelle vicende umane, l’illuminista doveva contare sulle proprie forze in nome dell’idea di un progresso costante, un miglioramento della vita delle persone che doveva vedersi in molti ambiti: nella maggiore e più consapevole partecipazione dei sudditi alla vita dello Stato, nella costruzione di una società nuova e  laicizzata, nella nascita di un clima di vera tolleranza religiosa e di rispetto di diritti politici e sociali che non potevano più essere proibiti o limitati da alcun tipo di autorità.

Sàpere aude, Il motto di Kant

Sulla strada tracciata dalla rivoluzione scientifica del Seicento, prese forma l’idea che gli esseri umani dovessero farsi guidare da un costante desiderio di conoscere e di apprendere, unico modo per conquistarsi, grazie alla ragione, un futuro migliore. Il filosofo tedesco Immanuel Kant riassunse questo concetto nell’espressione latina Sàpere aude!, che significa “Abbi il coraggio di conoscere!”.

L’opera simbolo: l’Enciclopedia

La patria dell’Illuminismo è considerata la Francia, da dove provenivano molti degli esponenti più importanti di questo movimento culturale. Il simbolo dell’Illuminismo francese è certamente l’Enciclopedia o Dizionario ragionato delle scienze, delle arti e dei mestieri, pubblicata a partire dal 1751 da un gruppo di intellettuali diretti dal filosofo Denis Diderot e dal matematico Jean-Baptiste Le Rond d’Alembert. L’Enciclopedia è un’opera mastodontica (in totale 17 volumi di testo e 11 di tavole illustrate) che voleva essere una raccolta di tutte le conoscenze umane nei più svariati ambiti, dalla matematica alla filosofia, dalla politica alla medicina, ma rappresentava anche il punto d’inizio di un nuovo modo di concepire il sapere. La conoscenza doveva cioè essere libera dal peso della religione, di falsi miti e pregiudizi, ed essere creata sulla base della ragione e dello spirito critico.

Ti racconto la Storia - volume 2
Ti racconto la Storia - volume 2
Dal Rinascimento alla fine dell’Ottocento