I LUOGHI DELLA STORIA: Piazza del Campo a Siena: il Medioevo in città

Educazione civica – I LUOGHI DELLA STORIA

Piazza del Campo a Siena: il Medioevo in città

Paesaggi medievali nelle città italiane

In Italia abbiamo la fortuna di poter “vedere” il Medioevo, anziché doverlo solo immaginare a partire dalle illustrazioni dei libri. Sono molte le città e i borghi che hanno una storia lunghissima; alcuni sono stati ricostruiti nel tempo, ma tanti altri hanno conservato i segni delle epoche passate.

Capire se – nella nostra città o in un’altra – ci troviamo in una “scena” medievale (in una piazza, una strada, un quartiere) non è difficile: le case di età medievale sono fatte di pietra o mattoni (il marmo in genere era riservato alle facciate delle chiese più importanti), e alcune sono vere e proprie torri; le strade, strette tra le case e spesso tortuose, sono ricoperte di lastre di pietra o ciottoli di fiume; file di merli coronano la cima di qualche palazzo. Alcuni paesi e città, come Siena o Lucca, conservano le mura; in altre, come Milano, Verona, Napoli, si alzano ancora i castelli.

La piazza dell’antico comune di Siena

Tra i tanti centri che conservano il loro aspetto medievale, un posto speciale merita la città di Siena. Chi la visita, o chi ci vive, si trova a camminare per vicoli ripidi e tortuosi, e per strade lunghe e strette fiancheggiate da antiche case, poi, d’improvviso, arriva in una piazza vastissima e unica al mondo. Piazza del Campo è il centro della vita e della storia della città almeno dal XIII-XIV secolo, quando nel grande avvallamento in cui si tenevano le fiere e i mercati si cominciò a costruire il Palazzo Pubblico, da allora sede del comune senese.

La piazza ha la forma di una conchiglia, che si inclina seguendo la pendenza del terreno. La pavimentazione è fatta di mattoni rossi disposti a coda di pesce, divisi da larghe strisce di pietra. Tutt’intorno si susseguono le facciate dei palazzi medievali, alcuni dei quali dotati di torri e merli. Accanto al grande Palazzo Pubblico svetta la Torre del Mangia, esile e altissima: dalla sua sommità si ammira tutta Siena, con il “vuoto” della piazza e il “pieno” dei tetti della città.

Medioevo vissuto

Dal Medioevo in poi, due volte all’anno, in Piazza del Campo si svolge il Palio, una corsa di cavalli in cui si confrontano le diverse contrade (i quartieri storici) di Siena, e a cui tutta la città partecipa con travolgente passione.

Sono moltissime le manifestazioni che ricordano fatti e tradizioni medievali nelle città e nei borghi italiani, e che vengono vissute tuttora come occasioni di festa. Oltre ai palii e alle giostre, che si disputano con cavalli e altri animali (ma c’è anche il Palio delle Repubbliche marinare, che si svolge su barche a remi), si celebrano rievocazioni di eventi storici, con cortei in costume e sbandieratori, e antiche feste religiose durante le quali si portano in giro per la città statue di santi o loro simboli.

La storia da salvare

Già alla fine del Duecento i senesi approvarono una legge che imponeva di armonizzare le facciate dei palazzi di Piazza del Campo con quella del Palazzo Pubblico. Oggi la sua eccezionale bellezza e importanza storica sono riconosciute nel mondo e il centro storico di Siena è iscritto tra i Patrimoni mondiali dell’Unesco.

Inoltre a Siena, come ovunque in Italia, gli edifici di particolare valore storico e artistico non possono essere demoliti, modificati o anche solo restaurati senza l’autorizzazione del Ministero della Cultura.

Rifletti e discuti


Come abbiamo detto, Siena è solo una delle tante città medievali italiane: a p. 302 hai visto una foto dall’alto di San Gimignano, che è chiamata la “città delle Torri”, perché un tempo ne aveva una settantina.

  • Hai mai visitato una città o un borgo medievale? Che cosa ti ha colpito di più?
  • Hai mai esplorato una città usando Google Maps? Questa tecnologia permette di vedere le città dall’alto, individuarne la struttura e le mura (se ci sono ancora), per poi “perdersi” nelle stradine come veri viaggiatori!

Ti racconto la Storia - volume 1
Ti racconto la Storia - volume 1
Dal Medioevo all’età moderna