3. La riconquista della Spagna araba

3 La riconquista della Spagna araba

Arabi e cristiani si scontrano anche in Occidente

Lo scontro tra cristiani e islamici non era limitato al Mediterraneo orientale e alla Terrasanta. A Occidente, sul finire dell’XI secolo le città di Genova e Pisa, che si stavano affermando come potenze marittime, avevano sottratto agli arabi la Sardegna, mentre i normanni si erano impadroniti della ben più ricca Sicilia (capitolo 9, p. 244).

Da secoli inoltre si era avviato nella penisola iberica il processo di Reconquista, cioè la riconquista cristiana dei territori che all’inizio dell’VIII secolo erano stati occupati dai mori, come venivano chiamati i musulmani di Spagna. I mori avevano conquistato tutta la penisola, tranne il Nord, dove nel tempo erano nati i regni cristiani delle Asturie (poi Regno di León) e di Navarra. Da qui, a partire dalla metà dell’XI secolo i cristiani iniziarono a espandersi verso sud sfruttando le divisioni esistenti nel mondo islamico e la debolezza del Califfato di Cordova.

La Reconquista è una guerra di religione

La Reconquista assunse presto anche il carattere di guerra santa, cioè di guerra combattuta per affermare la religione cristiana. Oltre che dalla speranza di accumulare ricchezze, i cavalieri cristiani erano attratti dalla promessa della salvezza spirituale, perché la Chiesa garantiva ai combattenti il perdono dei peccati. Le loro imprese, insieme cavalleresche e religiose, vennero celebrate in ballate e poemi epici. Il più famoso di questi, il Cantar de mio Cid (Cantare del mio Cid), ha per protagonista il condottiero castigliano Rodrigo Díaz di Bivar detto il Cid.

Protettore ideale della riconquista cristiana divenne san Giacomo, il cui santuario a Santiago di Compostela era meta di un numero crescente di pellegrini (capitolo 8, p. 225): secondo la tradizione popolare il santo aveva combattuto al fianco del re delle Asturie in una leggendaria battaglia contro le truppe islamiche.

La presenza araba nella penisola iberica si riduce

Sul finire dell’XI secolo l’avanzata cristiana verso sud si spinse fino al centro della Castiglia, arrivando nel 1085 a conquistare l’importante città di Toledo. I successivi progressi furono lenti, ostacolati dall’intervento in Spagna degli imperi islamici dell’Africa mediterranea.

La situazione rimase a lungo incerta finché, nel 1212, i regni cristiani riuscirono a unire le forze e, appoggiati dai portoghesi e da gruppi di cavalieri provenienti da tutto l’Occidente, ottennero una vittoria decisiva nella battaglia di Las Navas de Tolosa. Da allora la presenza araba islamica rimase confinata in una ristretta regione nel Sud della Spagna, il Sultanato di Granada.

Ti racconto la Storia - volume 1
Ti racconto la Storia - volume 1
Dal Medioevo all’età moderna