Attivamente Junior

01 attivamente 2 OK.qxp_Layout 1 09/02/22 16:01 Pagina 65 2. Il linguaggio non verbale le emoji Un classico esempio di segni convenzionali che sostituiscono le parole sono le emoji, che usiamo spessissimo in tutti gli scambi informatici. Con le tanto famose e comode faccine , semplifichiamo il linguaggio e la comunicazione e rendiamo immediata la comprensione di un messaggio. I gesti sono azioni spontanee e naturali, non codi cate. Grattarsi la testa, toccarsi la fronte quando si è concentrati o pensierosi, far oscillare le gambe accavallate, alzare le braccia in segno di gioia sono tutti indicatori dello stato emotivo della persona e danno un idea della relazione esistente tra i soggetti della comunicazione. Alcuni gesti sono universali, altri hanno un signi cato diverso a seconda delle caratteristiche culturali dei vari Paesi. Tipicamente italiana è la pacca sulla spalla, il modo di abbracciarsi o di stringersi la mano per salutarsi; in Cina, annuire con la testa vuole dire no , mentre fare il gesto di OK con le dita in Russia viene recepito come un insulto. lo stesso vale per il pollice in alto che in Grecia viene considerato di poca educazione. Ci sono anche gesti che appartengono principalmente alle ultime generazioni, come dare il cinque oppure salutarsi con i pugni. 65

Attivamente Junior
Attivamente Junior
CAPITOLO DEMO: 2. Mi osservo e mi metto in gioco