Attivamente Junior

01 attivamente 3 OK.qxp_Layout 1 09/02/22 16:36 Pagina 187 4. Io dico no al doping! A livello agonistico, bisogna sempre considerare che intorno allo sport ruotano rilevanti interessi economici: premi, sponsorizzazioni e popolarità hanno indotto non solo gli atleti, ma anche allenatori, medici e dirigenti a consentire che la prestazione in gara fosse frutto di comportamenti sleali ed esasperati. fondamentale ricordare che la competizione sportiva consiste, prima di tutto, nel misurarsi con le proprie capacità. I risultati illusori non servono a migliorare. Occorre che chi pratica uno sport abbia innanzitutto cura di sé stesso e preservi lo sport dalla disonestà e dalle scorrettezze che possono solo danneggiarlo. Anche a livello dilettantistico o amatoriale, per raggiungere risultati occorre fare speci ci allenamenti, metodici e impegnativi, e a darsi a una vita sana, nella dieta e nei comportamenti. Una pillola o un beverone non possono compensare la mancanza di allenamento. Non possiamo sottrarci alla responsabilità e al sacri cio di un impegno rigoroso continuo e a un confronto ad armi pari con gli avversari. Conseguenze del doping Dal punto di vista etico, il doping: è una violazione delle leggi delle federazioni sportive e dell etica sportiva; è un inganno verso sé stessi e gli altri; distrugge la ducia in sé stessi; è perseguito penalmente. sponsorizzazione = finanziare qualcuno a scopo pubblicitario effetto collaterale = effetto non previsto e non desiderato tossicomania = abitudine ad assumere droghe naturali o sintetiche Dal punto di vista organico, il doping: ha e etti collaterali, alcuni dei quali immediatamente visibili, altri che si manifestano nel tempo; deteriora l organismo; è causa di dipendenza o di tossicomania; è molto rischioso per la salute. 187

Attivamente Junior
Attivamente Junior
CAPITOLO DEMO: 2. Mi osservo e mi metto in gioco