Tua vivit imago - volume 2

L ET DI AUGUSTO 10 15 20 8. Incalue rant vino. «Age sane! , omnes; citatis equis avo lant Romam. Quo cum primis se intendentibus tenebris pervenissent, pergunt inde Collatiam; 9. ubi Lucretiam haudquaquam ut regias nurus, quas in convivio lusuque cum aequalibus viderant tempus terentes, sed nocte sera deditam lanae inter lucubrantes ancillas in medio aedium sedentem inveniunt. 10. Mulie bris certam nis laus penes Lucretiam fuit. Adveniens vir Tarquiniique excepti benigne; victor maritus com ter inv tat regios iuvenes. Ibi Sex. Tarquinium mala libido Lucretiae per vim stuprandae capit; cum forma tum spectata castitas inc tat. 11. Et tum quidem ab nocturno iuvenali ludo in castra redeunt. 58 1. Paucis interiectis diebus Sex. Tarquinius inscio Collatino cum comite uno Collatiam venit. 2. Ubi exceptus benigne ab ignaris consilii cum post cenam in hospitale cubicu lum deductus esset, amore ardens, postquam satis tuta circa sopitique 8. Il vino li aveva eccitati. «Su, andiamo! gridano tutti e a spron battuto volano a Roma. Giuntivi verso l imbrunire, proseguono di là per Collazia, 9. dove trovano Lucrezia non già come le nuore del re, che essi avevano visto spassarsela in sontuosi banchetti insieme con le compagne, ma seduta in mezzo all atrio, benché fosse notte inoltrata, intenta alle sue lane fra le ancelle che vegliavano al lume della lucerna. 10. La vittoria in quella gara muliebre toccò a Lucrezia. Al loro arrivo il marito e i Tarquini furono accolti cortesemente; il marito vincitore invitò gentilmente a cena i principi. Ivi Sesto Tarquinio è preso dall infame capriccio di far violenza a Lucrezia; lo eccitano, non solo la sua bellezza, ma anche la sua specchiata onestà. 11. Ma per il momento, dopo quel notturno svago giovanile, essi tornano al campo. 58.1. Pochi giorni dopo Sesto Tarquinio, all insaputa di Collatino, ritornò a Collazia con un solo compagno. 2. Qui fu accolto cortesemente da tutti i familiari, che ignoravano il suo proposito, e dopo la cena fu accompagnato alla camera degli ospiti; infiammato d amore, quando tutto 8. Incalue rant Collatiam Incalue rant: piuccheperfetto del verbo incalesco. citatis equis: ablativo assoluto. Quo: nesso relativo. primis tenebris: ablativo assoluto con valore temporale. Colla tiam: città sabina situata a circa quaranta chilometri da Roma. 9. ubi sedentem inveniunt regias nurus: le nuore del re, ovvero le mogli di Sesto Tarquinio e dei fratelli Tito e Arrunte. in convivio lusuque: nel banchetto e nel gioco ; ma lusuque è una congettura per la lezione luxuque dei manoscritti, con la quale l espressione significherebbe nel banchetto e nel lusso (interpretabile come endiadi*: in lussuosi banchetti , come nella traduzione qui seguita, o anche in un lussuoso banchetto , supponendo che le donne si trovassero tutte insieme). cum ae qualibus: con le compagne . tempus terentes: vale come sopra (r. 3) otium 628 terebant; nota l allitterazione*. nocte sera: a notte inoltrata , ablativo di tempo. deditam sedentem: predicativi dell oggetto (Lucretiam). lanae: dativo dipendente da deditam. lucubrantes: participio congiunto (dal verbo lucu bro, lavorare di notte ). 10. Mulie bris certam nis inc tat pe nes: preposizione che si contruisce con l accusativo (Lucretiam). Adveniens: participio congiunto. vir: il marito. excepti: sottinteso sunt. Lucretiae stupran dae: il gerundivo, al genitivo, dipende da libido. cum tum: i correlativi non mettono sullo stesso piano i due sostantivi forma e castitas, ma pongono in risalto il secondo termine. La crudeltà di Sesto Tarquinio sta proprio nella perversa brama di violare non solo la bellezza di Lucrezia, ma anche la sua castità. 11. Et tum redeunt ab ludo: ablativo di tempo ( dopo quel giovanile svago notturno ) oppure di origine ( da quel giovanile svago notturno ritornano ). 58.1. Paucis Collatiam venit Pau cis diebus: ablativo assoluto con valore temporale. inscio Collatino: ablativo assoluto nominale ( all insaputa di Collatino ). Collatiam venit: il verbo indicante moto a luogo viene costruito con l accusativo semplice, senza preposizioni. 2. Ubi exceptus vocem exceptus: participio congiunto con valore temporale. ab ignaris consilii: dalle [persone della casa] ignare del proposito . cum deductus esset: costruzione di cum con il congiuntivo piuccheperfetto, a indicare anteriorità rispetto alla principale ve nit. in hospitale cubicu lum: nella camera degli ospiti ; i cubicu la nelle case romane erano disposti su un lato dell atrio. post quam: introduce una proposizione temporale con l indicativo.

Tua vivit imago - volume 2
Tua vivit imago - volume 2
Età augustea