Tua vivit imago - volume 2

L autore Ovidio 100 105 110 115 120 125 Ma l età antica, che noi chiamiamo dell oro, era ricca dei frutti degli alberi e delle erbe che produce la terra, e non macchiava le bocche di sangue.2 Allora gli uccelli muovevano sicuri le ali per l aria, la lepre vagava senza paura nei campi, il pesce non restava per la sua credulità attaccato all amo; tutto era senza insidie e pieno di pace, non si temeva la frode. Quando qualcuno, chiunque fosse, sciagurato, invidiò il pasto ai leoni, e sommerse vivande corporee nel ventre avido, fu aperta la via del delitto. Dapprima, credo, il ferro si riscaldò macchiandosi del sangue di belve feroci, e ciò bastava; riconosco che abbiamo il diritto di mandare a morte senza empietà corpi che cercano la nostra morte. Ma bisognava mandarli a morte, non anche mangiarli! L infamia andò più oltre, e si crede che la prima vittima a meritare la morte fu il maiale, che col suo largo muso disseppelliva i semi e bloccava la speranza del raccolto. Si dice poi che il capro fu sacrificato all altare di Bacco3 vendicatore per aver morso la vite: a entrambi nocque la loro colpa.4 Ma voi cosa avete meritato, voi pecore, bestie pacifiche, nate a beneficare gli uomini, che portate il nettare nelle mammelle piene, che ci fornite la vostra lana per farne morbide vesti, e ci giovate più vive che morte? Che cosa hanno meritato i buoi, animali privi di frode e inganni, innocui, semplici, nati a sopportare fatiche? Ingrato, indegno del dono delle messi è l uomo che fu capace di ammazzare il suo colono5 dopo avergli appena tolto il peso dell aratro ricurvo, che con la sua scure percosse il collo, logoro dalla fatica, grazie a cui tante volte aveva rinnovato il maggese e prodotto tante messi. (trad. G. Paduano) 2. Ma l età antica di sangue: riferimento alla mitica età dell oro, nella quale tutti gli esseri viventi vivevano in pace e la terra produceva spontaneamente i suoi frutti. 3. Bacco: Bacco o Dionìso era il dio del vino. 4. si crede colpa: l origine dei sacrifici animali viene qui spiegata come un modo per punire ma soprattutto per prevenire i comportamenti degli animali nocivi per l agricoltura e la viticoltura. 5. colono: il bue è chiamato metaforica- mente «colono dell uomo (in latino rurico lam), perché coltiva la terra per suo conto. 543

Tua vivit imago - volume 2
Tua vivit imago - volume 2
Età augustea