Intrecci letteratura - Mito e leggenda

L autore Ovidio in breve Struttura e contenuti del poema: un incastro perfetto Il poema si apre con la creazione del mondo e dell uomo dal Caos primordiale e si chiude con la morte e l apoteosi di Cesare (vale a dire la sua deificazione, con cui fu istituito il culto del Divus Iulius), avvenuta appena pochi decenni prima della pubblicazione dell opera, sicché è possibile interpretare l intera narrazione, a un livello macrostrutturale, come una grandiosa storia dell universo, dal punto di vista del fenomeno metamorfico, dalle origini al tempo presente. In effetti, nei primi undici libri sono narrate vicende propriamente mitiche, mentre negli ultimi quattro, con il racconto della guerra di Troia e poi delle leggende di Roma e del Lazio, si passa all ambito leggendario, per arrivare, alla fine dell ultimo libro, alla storia vera e propria con Cesare. anche vero, tuttavia, che all interno di queste due macrosezioni, rispettivamente mitica e leggendaria, i singoli racconti non sono organizzati in una successione cronologica, bensì, come abbiamo detto, in base a una serie di legami associativi di vario genere. Proprio per questo riesce difficile sintetizzare la trama delle Metamorfosi, che constano di una successione di episodi distinti, alcuni dei quali narrati all interno di un altro episodio, secondo la tecnica della narrazione a incastro : può essere lo stesso narratore a interrompere un racconto per fare una divagazione e narrarne un altro, oppure può essere uno dei personaggi di una storia a raccontare, a propria volta, una vicenda di cui è stato protagonista o testimone, o di cui è venuto a conoscenza (e in alcuni casi i livelli si moltiplicano, come in un gioco di scatole cinesi, con una storia narrata all interno di una storia, narrata a sua volta all interno di un altra storia, e così via). Si aggiunga che la separazione tra gli episodi spesso non coincide con la fine dei singoli libri: in diverse occasioni, cioè, un episodio è narrato a cavallo tra la fine di un libro e l inizio di quello successivo, con un effetto di sospensione per certi aspetti analogo a quello dei vecchi romanzi d appendice o delle moderne serie televisive. possibile, comunque, individuare alcuni nuclei tematici o alcuni episodi particolarmente ampi e significativi che strutturano, in qualche misura, l amplissimo arco narrativo che va dalla creazione del mondo ai tempi del poeta. una storia dell universo, dalla creazione del mondo ai tempi del poeta, costruita attraverso una sapiente operazione di incastro di decine di racconti a tema trasformazione . storia Mito e leggenda Che differenza c è tra un racconto mitico e un racconto leggendario? Leggiamo la definizione dei due termini nel Vocabolario Treccani: un mito è una «narrazione fantastica tramandata oralmente o in forma scritta, con valore spesso religioso e comunque simbolico, di gesta compiute da figure divine o da antenati che per un popolo, una cultura o una civiltà costituisce una spiegazione sia di fenomeni naturali sia dell esperienza trascendentale, il fondamento del sistema sociale o la giustificazione del significato sacrale che si attribuisce a fatti o a personaggi storici ; invece una leggenda è «qualsiasi racconto tradizionale di argomento religioso o eroico, nel quale i fatti e i personaggi, sia immaginari sia desunti dalla storia (ma soggetti in questo caso a un amplificazione fantastica che altera il dato storico), sono in genere collegati con luoghi e tempi determinati . Quindi i racconti che riguardano, per esempio, Giove e Giunone (che ovviamente non sono mai esistiti nel mondo reale) sono dei miti, mentre la storia della fondazione di Roma a opera di Romolo e Remo è una leggenda, perché, per quanto in gran parte certamente inventata, dà però conto di un evento realmente avvenuto. 449

Tua vivit imago - volume 2
Tua vivit imago - volume 2
Età augustea