HEROIDES

L autore Ovidio in breve Allo stesso tempo, sul piano più specificamente letterario, con le opere ovidiane erotico-didascaliche giunge a esaurimento la breve ma intensa esperienza dell elegia latina d amore (una ripresa del genere elegiaco, con tratti peraltro assai peculiari, si avrà soltanto nel VI secolo d.C. con Massimiano): divenuto prima lusus ( gioco ) e poi ars ( tecnica ), sviscerato in tutti i suoi aspetti e soprattutto nel suo carattere convenzionale e nella sua natura di gioco delle parti, l amore elegiaco ha così, davvero, esaurito la sua parabola e non ha ormai più altro da dire. HEROIDES Eroine con la penna Un altra, diversa evoluzione del genere elegiaco può essere scorta nelle Heroides, che sono lettere scritte da eroine del mito ai rispettivi mariti, amanti, spasimanti o agli uomini dei quali sono innamorate (il titolo originale era probabilmente Epistulae heroidum, Lettere di eroine ). Composte in distici elegiaci, le ventuno lettere sono di estensione mediamente superiore a quella di un elegia (quasi tutte tra i cento e i duecento versi, ma la più lunga sfiora i quattrocento) e si dividono in due gruppi: le prime quindici sono epistole singole e risalgono alla prima fase della produzione ovidiana (sono composte, grosso modo, nel periodo compreso tra gli Amores e l Ars amatoria); le altre sei sono, invece, coppie di epistole, ciascuna delle quali comprende una prima lettera inviata dall uomo alla donna e poi la risposta di quest ultima, e si fanno risalire agli anni nei quali Ovidio componeva anche le Metamorfosi e i Fasti (dal 2 all 8 d.C.). Le epistole singole Le epistole doppie 1. Penelope a Ulisse 2. Fìllide a Demofoonte 3. Briseide ad Achille 4. Fedra a Ippolito 5. Enone a Paride 6. Ipsìpile a Giàsone 7. Didone a Enea 8. Ermìone a Oreste 9. Deianira a Ercole 10. Arianna a Tèseo 11. Cànace a Macàreo 12. Medea a Giàsone 13. Laodamia a Protesilao 14. Ipermestra a Lìnceo 15. Saffo a Faone 16. Paride a Elena 17. Elena a Paride 18. Leandro a Ero 19. Ero a Leandro 20. Aconzio a Cidippe 21. Cidippe ad Aconzio Le Heroides sono eroine mitiche, autrici di lettere d amore in distici elegiaci. Joseph Gott, riproduzione in marmo dell Arianna addormentata di Villa Medici, XIX secolo. Firenze, Villa Corsini a Castello. La questione dell epistola di Saffo Come si vede dall elenco, quasi tutte le storie derivano dalla mitologia greca, con due eccezioni: quella di Didone ed Enea, che fa riferimento alla vicenda narrata da Virgilio nel quarto libro dell Eneide, e quella di Saffo e Faone, che, pur essendo una vicenda leggendaria, ha come protagonista una figura storica, quella della poetessa Saffo, vissuta sull isola di Lesbo tra le fine del VII e la prima metà del VI secolo a.C., considerata uno dei maggiori lirici greci. Proprio il carattere atipico della sua lettera ha indotto molti critici a sospettare della sua autenticità, anche sulla base del fatto che non ci è stata trasmessa dai manoscritti insieme alle altre: è tramandata, infatti, da un solo manoscritto medievale, il cui copista l ha ripresa da una fonte diversa da quella usata per le altre venti. un dibattito vivace e ancora apertissimo, che si è peraltro esteso anche ad altre epistole, delle Gli studiosi nutrono dubbi sull autenticità dell epistola di Saffo a Faone. 445

Tua vivit imago - volume 2
Tua vivit imago - volume 2
Età augustea