Tua vivit imago - volume 2

10 Atqui non ego te tigris ut aspera Gaetulusve leo frangere persequor: tandem desine matrem tempestiva sequi viro. Ma io non ti inseguo per ucciderti, come tigre selvaggia o leone di Getulia: smetti alfine di star dietro a tua madre, tu che sei ormai matura per un marito. (trad. O. Portuese) COMPRENSIONE E ANALISI 1. Sintetizza il contenuto informativo di ognuna delle tre strofi del componimento. 2. Facendo precisi riferimenti al testo, riporta una descrizione psicologica di Cloe. 3. Che tipo di genitivo riconosci in aurarum et silvae (v. 4)? 4. Analizza la forma verbale dimovere (v. 7). 5. Qual è il valore di ut al v. 9? 6. Individua gli artifici retorici presenti nella seconda strofe. INTERPRETAZIONE E COMMENTO L opera di Orazio è caratterizzata da frequenti riferimenti al sentimento amoroso. A partire dal testo proposto, indica in che modo il poeta vive e descrive quello che può essere a tutti gli effetti considerato uno dei piaceri della vita. Come si concilia con la filosofia che egli segue e con l ideale di moderazione a cui sempre s ispira? Opera, infine, un confronto con altri autori (non necessariamente latini) che hanno affrontato l amore come uno dei temi centrali della loro opera. 339

Tua vivit imago - volume 2
Tua vivit imago - volume 2
Età augustea