Tua vivit imago - volume 2

L autore Orazio Laboratorio sul testo COMPRENSIONE 1. Qual è il legame tra il primo verso, in cui Orazio si definisce Parcus deorum cultor et infre quens e la insaniens sapientia di cui afferma di essere stato seguace? 2. Quale atteggiamento del poeta viene messo in rilevo dalle espressioni metaforiche presenti ai vv. 3-5? ! repetita iuvant L ABLATIVO DI MODO Tra le funzioni dell ablativo cosiddetto strumentale c è quella di esprimere in latino il complemento di modo, che indica la maniera in cui viene compiuta l azione espressa dal verbo. Se è espresso da un semplice sostantivo, questo è preceduto da cum (cum dolore); se è espresso da un sostantivo accompagnato da un aggettivo, il cum può esserci o meno (magno dolore) e può precedere tutta l espressione (cum magno dolore, ma anche cum stridore acuto al v. 15) oppure essere posto tra aggettivo e sostantivo (magno cum dolore). è accompagnato dall aggettivo nullus, nulla, nullum; quando il sostantivo ha già di per sé un significato affine all idea di modo (modus, ratio, mos, condicio e altri); in alcune espressioni cristallizzatesi nell uso linguistico (iure, iniuria, merito, vi, fraude ecc.). Svolgi&Verifica Esercizi interattivi 1. Inquadra il QRcode: individua i complementi di modo nelle frasi proposte. N.B. Solitamente si usa l ablativo semplice quando il sostantivo ANALISI 3. In questo componimento Orazio fa largo uso dell enjambement, con cui in alcuni casi lega tra sé due strofi, come per dare una forte compattezza a tutta la poesia. Individua tutti quelli presenti nel carme e in particolare spiega quale effetto produce il conseguente isolamento dell avverbio plerumque al v. 7. 4. Tutta l ultima strofe è giocata sul concetto del rovesciamento. Attraverso quali artifici retorici il poeta riesce a rendere efficace il suo messaggio? 5. La fortuna viene da Orazio definita rapax (v. 14). Qual è l origine etimologica di questo aggettivo? Che cosa si intende in italiano con l aggettivo da esso derivato? COMPETENZE ATTIVE Mettiti alla prova ESERCIZIO ONLINE Per confrontare Una suggestiva riscrittura contemporanea dell ode I, 34 di Orazio è rappresentata dal componimento Anything Can Happen di Seamus Heaney (1939-2013), poeta irlandese vincitore del premio Nobel per la Letteratura nel 1995. La poesia di Heaney, inclusa nella raccolta District and Circle (2006), ormeggia, con sorprendente aderenza all originale, la descrizione del fulmine a ciel sereno (vv. 1-5), l immagine della Fortuna (vv. 10-12) e il riferimento agli inferi e alla regione di Atlante (v. 7). Tuttavia raggiunge effetti di straordinaria originalità con la sovrapposizione all ode oraziana del ricordo del tragico attentato alle torri gemelle dell 11 settembre 2001 (vv. 8-10). Leggi su myDbook la traduzione italiana di Luca Guernieri e l articolo di Francesco Ursini Orazio e le twin towers, che propone puntuali raffronti fra l ode di Orazio e il testo inglese della poesia di Heaney, poi sintetizza in un breve testo di venti righe le analogie e le differenze fra le poesie di questi due autori in rapporto all ambientazione, al contesto storico-culturale e al messaggio complessivo. 305

Tua vivit imago - volume 2
Tua vivit imago - volume 2
Età augustea