Tua vivit imago - volume 2

L ET DI AUGUSTO La suddivisione amministrativa dell Italia al tempo di Augusto. 1POT %SVTJ #PM[BOP M[B 3&(*0 9* 0 53"/41"%"/" 41"%"/" 3&(*0 9 "VHVTUB 7&/&5*" &5 )*453*" 7&/&5*" 1SBFUPSJB 5SJEFOUVN .FEJPMBOVN 5FSHFTUF 5F "PTUB TUB 5SFOUP .JMBOP 5SJFTUF 5 "VHVTUB VTUB $SFNPOB 5BVSJOPSVN PSVN 1BUBWJVN )*453*" 5PSJOP P 1BEPWB 1MBDFOUJB 1JBDFO[B 3&(*0 7*** 3&(*0 *9 *0 *9 #POPOJB "&.*-*" -*(63*" 63*" (FOVB #PMPHOB 3&(*0 7* (FOPWB 'MPSFOUJB 6.#3*" "ODPOB NBS 'JSFO[F 3&(*0 7 -JHVSF 3&(*0 7** &5363*" 1FSVTJB 1*{{text}}/6. 0TUJB "UFSOJ 1FSVHJB NB 1FTDBSB S " 3&(*0 *7 $03 " $034*$" ESJ BUJ 4"./*6. 3PNB 3&(*0 ** DP "FTFSOJB "16-*" *TFSOJB &5 $"-"#3*" 3&(*0 * #BSJVN -"5*/6. #BSJ &5 $".1"/*" &5 $".1"/*" /FBQPMJT 1PUFOUJB 5BSFOUVN /BQPMJ 5BSBOUP 1PUFO[B N 4"3%*/*" 4"3%*/*" " NB S *P OJP Per quanto riguarda i territori al di fuori dell Urbe bisogna ricordare la suddivisione dell Italia in 11 regiones, con finalità prevalentemente fiscali, e l introduzione dei legati Augusti pro praetore, delegati dal princeps a governare le province che sono sotto il suo diretto controllo. Un caso a parte è costituito dall Egitto, che per la sua importanza strategica è governato da un praefectus BS 5 J S SF di rango equestre ed è inaccessibile ai OP 3&(*0 *** membri del Senato non espressamente -6$"/*" $BSBMJT &5 #3655** autorizzati dal princeps; il primo prefet $BHMJBSJ 1BOPSNVT to d Egitto è Gaio Cornelio Gallo, poe 1BMFSNP 3IFHJVN ta e politico presto caduto in disgrazia 3FHHJP $BMBCSJB 4*$*-*" ( p. 39). Augusto, infine, promuove $POmOJ EFMMF SFHJPOJ SPNBOF numerosi cambiamenti nella struttura NBS . $POmOJ EFMMF SFHJPOJ JUBMJBOF dell esercito: le legioni sono riorganizFEJUF S SB O F P zate e ne viene proibita la presenza sul suolo italico; sono istituiti contingenti regolari di truppe ausiliarie, reclutate in breve nelle province; vengono create delle flotte militari sia marittime che fluviali. Per la propria sicurezza, infine, il princeps istituisce la guardia pretoriana, un corpo scelto di soldati che costituisce l unica presenza militare in Italia ed è comandato da un praefectus di rango equestre. Augusto rafforza Campagne militari e culturali Oltre a queste iniziative, Augusto non trascura l impegno il suo programma politico diplomatico e militare contro i popoli circostanti, valorizzando i suoi successi con un abile con la propaganda azione di propaganda che coinvolge le arti e la letteratura: il suo amico d infanzia Gaio culturale (grazie a Cilnio Mecenate, infatti, esercita un ruolo importantissimo nell orientare l attività di artisti Mecenate) e sostiene l espansione di Roma e poeti in una direzione favorevole alla linea politica del princeps, consentendo la nascita di (arrestata solo dai una letteratura che a ragione può essere definita augustea ( pp. 34-35). Germani a Teutoburgo, Ricorrendo, di volta in volta, ad abili trattative o alla forza delle legioni, Augusto estennel 9 d.C.). de e consolida il territorio controllato da Roma direttamente o grazie a Stati-cuscinetto e a presentarsi come colui che ha garantito alla res publica un imperium sine ne all insegna della pax Romana. L unico insuccesso si registra sul fronte germanico: la campagna di conquista dei territori compresi fra il Reno e l Elba conosce infatti una drammatica battuta d arresto nel 9 d.C., quando Publio Quintilio Varo, legatus Augusti in Germania, dopo aver suscitato una rivolta con il proprio malgoverno, cade in un imboscata nella Selva di Teutoburgo. Guidati da Arminio, un ufficiale ausiliario che per i suoi servigi ha addirittura ottenuto la cittadinanza romana, i Germani massacrano ben tre legioni, uccidendo oltre ventimila uomini. Si tratta di un duro colpo per Augusto e per i suoi piani di espansione: non solo diventa inevitabile rinunciare a ogni piano di conquista della Germania, ma è necessario trasferire lì parte delle truppe impegnate sugli altri fronti, compromettendo le operazioni pianificate in tali settori. 28

Tua vivit imago - volume 2
Tua vivit imago - volume 2
Età augustea