VERSO LE COMPETENZE

verso le competenze

verifico le conoscenze

1. Vero o falso? Dopo aver risposto, correggi le affermazioni che ritieni errate.


1. Il retinolo è un agente chelante.

  •   V       F   

2. L’assorbimento del ferro è favorito dalla vitamina C.

  •   V       F   

3. Esistono diverse varianti della vitamina E.

  •   V       F   

4. La vitamina B3 è termolabile e fotodegradabile.

  •   V       F   

5. La biotina agisce da gruppo prostetico e non da coenzima.

  •   V       F   

6. L’acqua extracellulare è il doppio di quella intracellulare.

  •   V       F   

7. Il cobalto è componente della vitamina B12.

  •   V       F   

8. La vasopressina agisce sui reni.

  •   V       F   

9. La pressione osmotica si valuta attraverso l’indice Aw.

  •   V       F   

10. Dall’ossidazione dei lipidi si ottiene più acqua che da quella delle proteine.

  •   V       F   

2. Scegli la risposta esatta.


1. L’assenza di quale vitamina può causare il rachitismo?

  • A Vitamina A.
  • B Vitamina B12.
  • C Vitamina D.
  • D Vitamina B6.

2. Quale tra queste vitamine è sintetizzata in quantità significativa dai microrganismi intestinali?

  • A Vitamina K.
  • B Vitamina E.
  • C Vitamina C.
  • D Vitamina B1.

3. Quale tra le seguenti sostanze non ha funzione antiossidante?

  • A Vitamina D.
  • B Vitamina C.
  • C Vitamina A.
  • D Selenio.

4. Quale vitamina va tipicamente assunta durante una gravidanza?

  • A Vitamina B1.
  • B Vitamina B3.
  • C Vitamina B9.
  • D Vitamina B12.

5. Quale minerale è utile per combattere l’insorgenza del cosiddetto gozzo?

  • A Lo iodio.
  • B Il fluoro.
  • C Il rame.
  • D Il nichel.

6. Quale tra queste funzioni non viene mai svolta dall’acqua?

  • A Solvente.
  • B Idratante.
  • C Termoregolatrice.
  • D Plastica.

3. Collega ciascuna vitamina alla patologia che può essere associata alla sua carenza.

  • 1. C
  • 2. B1
  • 3. B12
  • 4. B9
  • 5. B3
  • 6. D

a. beri beri

b. anemia perniciosa

c. scorbuto

d. rachitismo

e. pellagra

f. spina bifida nel nascituro

 >> pagina 189 

4. Collega ciascun sale minerale alla patologia che può essere associata alla sua carenza.

  • 1. Ferro
  • 2. Rame
  • 3. Zinco
  • 4. Selenio
  • 5. Iodio
  • 6. Fluoro

a. invecchiamento dei tessuti

b. carie

c. ipotroidismo

d. stanchezza

e. anemia

f. fragilità ossea

verifico le abilità

5. Rispondi oralmente alle domande usando nel tuo discorso le parole o le espressioni suggerite.


1. Quali sono le caratteristiche delle vitamine? Quali funzioni svolgono nell’organismo umano?


  • protettive/essenziali

  • liposolubili/idrosolubili

  • fotodegradabile/termolabile

  • coenzima/antiossidanti

  • 6. Quali tra i seguenti trattamenti danneggiano di più le vitamine? (sono possibili più risposte)

    • A La cottura.
    • B Il sottovuoto.
    • C L’utilizzo di conservanti.
    • D La conservazione sottaceto.

    7. Quale tra le seguenti vitamine è più abbondante nell’olio?

    • A E.
    • B C.
    • C B1.
    • D B12.

    8. Perché dopo una intensa attività fisica può essere indicata l’assunzione di integratori vitaminici o comunque di alimenti ricchi di vitamine?

    9. Correggi la seguente frase e motiva la correzione.


    Nei secoli scorsi, nell’Italia settentrionale, molti contadini si ammalavano di pellagra perché mangiavano troppa polenta.

    10. Collega ciascuna dieta alla sua possibile controindicazione.

    • 1. Dieta vegana (senza integratori)
    • 2. Dieta fortemente dimagrante
    • 3. Assunzione massiccia di integratori

    a. ipervitaminosi

    b. avitaminosi

    c. ipovitaminosi

    11. Rispondi oralmente alle domande usando nel tuo discorso le parole o le espressioni suggerite.


    1. Quali sono le caratteristiche dei sali minerali? Come si classificano?


  • bioelementi

  • macroelementi/microelementi

  • pressione osmotica

  • coenzimi

  •  >> pagina 190 

    12. Nonostante il consumo di cereali integrali e dei loro derivati comporti numerosi vantaggi per la salute umana, soprattutto per la presenza della fibra alimentare, in alcuni rari casi il loro consumo può comportare uno svantaggio. Indica quando ciò avviene e spiega perché.

    • A Pane integrale con bistecca.
    • B Cereali integrali e latte.
    • C Spaghetti integrali alla carbonara.
    • D Minestra di verdure con riso integrale.

    13. Da diversi anni sul mercato sono state presentate le patate al selenio. Il fabbisogno giornaliero di selenio si aggira attorno ai 50 μg. 100 g di patate al selenio contengono 9 μg di selenio, mentre 100 g di sogliola ne contengono circa 76 μg. Per soddisfare ogni giorno il nostro fabbisogno di selenio, quante patate arricchite dovremmo mangiare? E quanta sogliola?
    14. Nel 1928 fu inventato il popolare personaggio di Braccio di ferro (Popeye), che aveva la funzione di convincere i bambini del tempo a consumare spinaci per limitare la carenza di ferro che spesso caratterizzava la nutrizione infantile. In quegli anni, infatti, si pensava che gli spinaci avessero un contenuto di ferro altissimo. Più tardi venne chiarito che gli spinaci non contengono più ferro degli altri ortaggi. Inoltre, la quantità di ferro assunta con gli spinaci potrebbe essere limitata da un altro fattore: quale? Come si può agire in cucina per limitare questo inconveniente?
    15. Al supermercato, sulle confezioni di farina si può trovare la strana dicitura “senza conservanti”. Anche se veritiera, essa è superflua, visto che è molto difficile trovare farine con conservanti. Perché?
    16. Quanta acqua contiene l’organismo di un uomo che pesa 80 kg?
    PER DISCUTERE IN CLASSE

    17. Capita spesso di imbattersi in annunci che pubblicizzano integratori di vitamine e sali minerali rivolti a diverse categorie di consumatori (donne in menopausa, bambini, sportivi e così via). Secondo voi questi prodotti sono utili oppure no?


    Dividetevi in due squadre (una favorevole all’impiego di integratori e una contraria) e, discutendone in classe, cercate di convincere gli avversari della validità della vostra teoria.

      clil

    18. Completa le frasi inserendo i termini elencati.


    copper growth fat-soluble small water-soluble micronutrients calcium


    1. ……………………………………………… are nutrients required by organisms in …………………………………………………… amounts to produce substances essential for …………………………………………………… and development. 

    2. Vitamins are available in two forms: …………………………………………………………………………...........… and ………………………………………………………………………………. 

    3. Minerals are available in two forms: macrominerals (such as ……………………………………………………) and microminerals (such as ……………………………………………………).

     >> pagina 191 

    Verso le udacompito di realtà

      Analisi dell’apporto vitaminico

    Significato e motivazione 

    L’esperienza consente di rispondere alla domanda: “Come elaborare una dieta equilibrata?”.

    Durata
      • 1 ora di attività in aula (in cui viene predisposta da ogni singolo studente la tabella o il diario di registrazio­ne degli alimenti e si fanno delle simulazioni nel sito).
      • 30 minuti al giorno, per una settimana, per la registrazione degli alimenti.
      • 1 ora di attività in aula per la preparazione della relazione finale.
    prerequisiti 

    Conoscenza delle caratteristiche del­l’acido ascorbico, in particolare delle funzioni svolte, delle fonti e del fabbisogno giornaliero.


    competenze interdisciplinari
    • Acquisire e rappresentare l’informazione (italiano e informatica).
    • Individuare collegamenti e relazioni (matematica e discipline tecnico-pratiche).

    Trovare in rete informazioni nutrizionali sui diversi alimenti è abbastanza semplice: il difficile è capire quali dati sono affidabili e quali no.

    CREA è l’acronimo di Consiglio per la Ricerca in agricoltura e l’analisi dell’Economia Agraria, l’unico ente nazionale (vigilato dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali) a fornire tabelle di composizione degli alimenti. Tutte le altre fonti traggono i loro dati da questo ente o dal corrispettivo statunitense. Dunque, quando un nutrizionista elabora una dieta equilibrata, lo fa utilizzando i dati forniti dalle suddette tabelle, che sono consultabili on line al sito: nut.entecra.it/646/tabelle_di_composizione_degli_alimenti.html.

    Domande chiave
    • L’apporto vitaminico nella mia dieta quotidiana è appropriato?
    • Come posso verificarlo?
    risorse
    • Computer e/o tablet.
    • Connessione a Internet.
    Modalità di lavoro

    Lavorate individualmente.

    Compito pratico

    Devi tenere un diario alimentare per almeno una settimana. Il diario alimentare consiste semplicemente nell’annotazione (strutturata e metodica) di tutti gli alimenti (bevande comprese) che vengono assunti quotidianamente. È importante rilevare (eventualmente anche stimandolo) il peso di ciascun alimento. Collegandoti al sito precedentemente indicato, inserisci i dati relativi all’alimento assunto e ricava la quantità di vitamina C assunta con ogni singolo alimento. A fine giornata somma i contributi dei singoli alimenti e fai il confronto con il fabbisogno giornaliero, per capire se questo è stato o meno soddisfatto con la dieta adottata.

    fasi dell’esperienza

    In classe:

    1. imposta il diario alimentare;

    2. visita il sito del CREA e fai simulazioni con alcuni alimenti campione.


    A casa:

    3. prendi nota degli alimenti assunti e misurane o stimane la quantità.


    In classe:

    4. ricava i dati relativi alla sola vitamina C;

    5. imposta e componi la relazione conclusiva.

    Sapere di alimentazione
    Sapere di alimentazione
    Corso di Scienza degli alimenti per il primo biennio