L’autore

Giovanni Boccaccio

Amor può troppo più che né voi né io possiamo

(Decameron, IV, 1)

Boccaccio è considerato il fondatore della prosa e della narrativa italiana: non a caso sarà largamente ammirato e imitato in tutta Europa e presso i nostri scrittori il suo stile verrà considerato un modello insuperabile almeno fino all’Ottocento.

Nel suo capolavoro, il Decameron, Boccaccio tratta i temi più vari: l’amore, la fortuna, le risorse dell’intelligenza umana o anche solo dell’astuzia. Dedica le cento novelle che compongono questo libro alle donne, valorizzate nella loro specificità: scelta notevolmente moderna, se si pensa al ruolo subalterno della figura femminile nella società del tempo.

Boccaccio è fondamentale per la letteratura italiana nel complesso periodo che conduce dal tardo Medioevo all’Umanesimo. Al tempo stesso, egli offre ancora ai lettori di oggi la possibilità di navigare nel suo universo narrativo come in un gioco, nel quale si celebrano gli ideali della convivenza e della bellezza, nonché i più alti valori della cultura e dell’umanità.

Vola alta parola - volume 1
Vola alta parola - volume 1
Dalle origini al Trecento