Le parole chiave

I SAPERI fondamentali

le parole chiave

Impegno civile

La poesia di Parini sostiene ideali politici e sociali con grande tensione morale. Già nelle Odi il poeta affronta le questioni cruciali della sua epoca, e nel Giorno la sua condanna dei privilegi di classe incarnati da un’aristocrazia superficiale e arrogante è severa e definitiva. L’impegno civile di Parini è coerente con le istanze culturali dell’Illuminismo, ossia con l’affermazione della dignità e della ragione quali cardini della convivenza civile. Con i rivoluzionari francesi egli condivide le idee di uguaglianza, giustizia sociale, tolleranza, pacifismo.

umanitarismo

L’umanitarismo di Parini è amore per l’umanità in quanto tale; egli considera la solidarietà tra gli uomini una condizione indispensabile per la realizzazione del bene comune e della pubblica felicità, cui aspira mosso dagli ideali illuministici. Princìpi progressisti e razionalisti e umanesimo si compenetrano allora in un atteggiamento di amore e rispetto per l’umanità.

Giovin signore

Il «giovin signore», protagonista del Giorno, è un rampollo aristocratico ozioso e vacuo «che da tutti servito a nullo serve», come dice di lui il suo precettore. È figura emblematica di tutta una casta, di quella nobiltà che si vanta di avere «sangue purissimo celeste», ma che deve il suo prestigio a «compri onori» e «ricchezze adunate in pochi lustri». La figura del «giovin signore» rappresenta dunque la decadenza e la frivolezza di una classe parassitaria, estendendosi a qualsiasi atteggiamento individuale viziato e improduttivo, fino a indicare per antonomasia colui che, indolente, pretende di essere servito.

Il tesoro della letteratura - volume 2
Il tesoro della letteratura - volume 2
Dal Seicento al primo Ottocento