8. COME FARE L’ANALISI LOGICA

8 | COME FARE L’ANALISI LOGICA

Per fare l’analisi logica di una frase semplice (o di una proposizione di una frase complessa) devi affrontare tre fasi.


1. Prima fase. È la fase più semplice. Devi prima di tutto individuare il verbo. Dal verbo devi poi risalire al soggetto (chi o che cosa compie o subisce quell’azione? Chi o che cosa si trova in quella determinata condizione?), anche se è sottinteso. Poi devi stabilire se il predicato è verbale o nominale:

  • Leggo un racconto -> il verbo è leggo, il soggetto è sottinteso ed è io (chi compie l’azione di leggere?); leggo è un predicato verbale perché il verbo leggere non è né il verbo essere né un verbo copulativo (sembrare, parere ecc.).
  • Il film è divertente -> il verbo è è, il soggetto è il film (chi si trova nella condizione di essere divertente?); il predicato è nominale, perché è costituito dal verbo essere utilizzato come copula seguito da un aggettivo che funziona come parte nominale.

2. Seconda fase. È la fase più difficile e la più importante, per capire veramente la struttura della frase. Esistono altri sintagmi, nella frase, oltre al verbo e al soggetto? Se sì, devi prima di tutto stabilire se appartengono alla frase minima (costituita dal verbo e, se ci sono, dai suoi argomenti), oppure all’orbita dei circostanti o all’orbita delle espansioni.

  • Leggo un racconto -> il complemento un racconto serve a completare il significato del verbo leggere (che cosa leggo?). Quindi un racconto è un argomento e fa parte del nucleo della frase, cioè dell’orbita della frase minima, che comprende il verbo, il soggetto e, se ce ne sono, gli altri argomenti del verbo.
  • Il film di Natale è durato due ore e mezza, senza i titoli di coda -> la frase minima è costituita dal soggetto, dal verbo e dagli altri argomenti del verbo: il film (1° argomento, soggetto) è durato (verbo) due ore e mezza (2° argomento). Avrebbe senso la frase Il film è durato? No, perché ti chiederesti: quanto è durato? Dunque il verbo è durato richiede un altro argomento, oltre al soggetto, per costituire la frase minima. Di Natale può essere sostituito dall’attributo natalizio, quindi fa parte della sfera dei circostanti. Senza i titoli di coda (che puoi lasciare tutto insieme, in questa fase, come un sintagma che ha al suo interno un altro sintagma: senza i titoli + di coda) è un complemento che non completa il senso del verbo (non è quindi un argomento) né arricchisce alcun elemento (non è quindi un circostante), bensì serve ad aggiungere ulteriori informazioni riferite alla frase nel suo complesso: dunque è un’espansione.


Dal momento che, oltre al verbo, anche altri sintagmi della proposizione (come gli aggettivi simile a e adatto a) possono essere completati da argomenti, un argomento può dipendere anche da un circostante o da un’espansione:

  • Non ho mai giocato in un campo simile a questo -> a questo è argomento dell’aggettivo simile, a sua volta attributo, quindi circostante, dell’espansione in un campo. Puoi considerare gli argomenti di circostanti (o di espansioni) parte dei circostanti o delle espansioni da cui dipendono. Puoi, quindi, dedicarti soltanto al riconoscimento del tipo di complemento che questi argomenti rappresentano, ovvero alla terza fase dell’analisi logica. Nel caso specifico: Non ho giocato: frase minima (predicato verbale); mai: espansione (complemento di tempo determinato); in un campo simile a questo: espansione (complemento di luogo + attributo + complemento di termine).

 >> pagina 548 

 LO SAPEVI? 

Se sei in dubbio sul valore da attribuire a un complemento (argomento, circostante o espansione), ricorda che:

  • gli argomenti sono necessari al completamento del senso del verbo o di un altro sintagma;
  • le espansioni contengono informazioni di contorno (anche se non inutili al senso della frase);
  • i circostanti sono sempre sostituibili o con un attributo, o con un’apposizione, o con una proposizione relativa: Mi piace l’odore del mare (= marino oppure che è del mare).

3. Terza fase. Dopo aver individuato tutte le orbite della frase, puoi passare all’ultima fase dell’analisi logica, stabilendo il nome di ciascun complemento ed eventualmente anche degli attributi e delle apposizioni, se presenti, specificando a quale complemento si riferiscono.


Riconoscere i complementi in base alle preposizioni, locuzioni preposizionali, locuzioni avverbiali e avverbi che li introducono o che li costituiscono per intero è un’impresa tanto difficile (alcune preposizioni, come di, a, da, in, per, possono reggere oltre dieci complementi!) quanto inutile. Allora, cerca di concentrarti sul significato e sul senso logico del complemento, per ricordarne il nome. Proviamo con l’ultima frase citata:
 Il film : soggetto;
 di Natale : complemento di specificazione (circostante);
 è durato : predicato verbale;
 due ore e mezza : complemento di tempo continuato (argomento);
 senza i titoli : complemento di esclusione (espansione);
 di coda : complemento di specificazione (circostante dell’espansione).


Proviamo ancora con un ultimo esempio, che possa servirti da modello per altri esercizi di analisi logica che svolgerai: Ieri mattina nel piazzale della scuola ho incontrato il tuo amico Luigi con suo cugino Matteo a bordo di una moto rossa.
 Io : soggetto sottinteso (argomento);
 ho incontrato : predicato verbale;
 Luigi : complemento oggetto (argomento);
 il tuo amico : apposizione del complemento oggetto + attributo dell’apposizione (circostanti);
 ieri mattina : complemento di tempo determinato (espansione);
 nel piazzale : complemento di stato in luogo (espansione);

 della scuola : complemento di specificazione (circostante dell’espansione);
 con Matteo : complemento di compagnia (espansione);
 suo cugino : apposizione del complemento di compagnia + attributo dell’apposizione (circostanti dell’espansione);
 a bordo di una moto : complemento di stato in luogo (espansione);
 rossa : attributo del complemento di luogo (circostante dell’espansione).

In pratica

                      1  Collega le parole della colonna di sinistra con quelle di destra per ottenere frasi di senso compiuto.


1. Ho assaggiato le escargot

2. Nonostante il suo mal di testa

3. Lara ha cucito questa gonna

4. Non siamo andati al concerto

5. Con il vaccino

6. Senza la tua compagnia

7. Statisticamente

8. Oltre che del trasloco

a. avreste evitato questa brutta malattia.

b. per paura dell’influenza stagionale.

c. devo occuparmi anche del cambio di residenza.

d. ha continuato a studiare per tutta la notte.

e. la vacanza è stata noiosa.

f. per la prima volta in Francia.

g. ci sono più uomini che donne nel mondo.

h. da sola con le sue mani.


                      2  Indica a quali complementi corrispondono le parole in corsivo.

1. Luca è appena arrivato da Rieti. (....................................)

2. Carla urla di gioia: è davvero contenta. (....................................)

3. Luciana ha pianto per la verifica deludente. (....................................)

4. Viviana va a Faenza con la sua bicicletta. (....................................)

5. Approfitto di questo bel tempo per le vacanze. (....................................)

6. Non sono andato in vacanza malgrado le ferie. (....................................)

7. Ho aspettato per tre ore in fila. (....................................)

8. Il nuovo film di Peter Jackson dura due ore e mezzo. (....................................)

9. Matteo ha sempre un comportamento impeccabile. (....................................)

 >> pagina 550 

                      3  Scegli l’opzione corretta per indicare a quale complemento corrispondono i sintagmi in corsivo.

1. Batto i denti dal freddo! ☐ fine ☐ causa

2. Oggi parliamo di sostenibilità ambientale. ☐ argomento ☐ oggetto

3. Ada è bravissima a scacchi. ☐ termine ☐ limitazione

4. Preferisco la dama agli scacchi. ☐ termine ☐ paragone

5. Ho scambiato te per tuo fratello. ☐ sostituzione ☐ vantaggio

6. Lo hanno accusato di frode. ☐ specificazione ☐ colpa

7. Vado molto d’accordo con Milo. ☐ rapporto ☐ compagnia

8. Vado al mare con Giulio. ☐ compagnia ☐ termine


                      4  Sottolinea, in ogni coppia, la frase in cui è presente un’espansione.

1. a. Carla ha messo la sua camicetta preferita per la festa di Lucrezia.

b. Carla ha messo la gonna stirata nel suo armadio.

2. a. Emanuela ha vissuto una vita invidiabile.

b. Emanuela ha vissuto durante la Seconda guerra mondiale.

3. a. Carlotta studiava il Romanticismo italiano.

b. Carlotta studiava per il conseguimento del diploma.

4. a. Luca non è cambiato nonostante i tanti anni trascorsi.

b. Luca non ha cambiato i biglietti dello spettacolo.


                      5  Specifica la funzione dei complementi in corsivo: argomento (A), circostante (C) o espansione (E).

1. Ieri ho preso in prestito da Anita la teglia per le pizze (.........). 2. Paolo ha voluto regalarmi (.........) un mazzo di girasoli per la mia vittoria nella gara di nuoto. 3. Con tutto il rispetto, lei si è davvero comportato in maniera maleducata (.........) poco fa. 4. Devo riparare la zanzariera (.........) prima dell’arrivo dell’estate. 5. Non ho capito bene la lezione di storia (.........) la scorsa settimana. 6. Oltre alle mandorle, Floriana adora anche i pistacchi (.........). 7. Malgrado il maltempo (.........), Elisa è andata al concerto all’aperto dei Muse. 8. Nicola ha dormito tutta la notte (.........) su quello scomodo divano del salotto. 9. Il traforo è una passione risalente alla mia infanzia (.........). 10. Sono ogni volta stupito dal cielo stellato (.........) in una notte senza nuvole. 11. D’inverno gli alberi perdono le foglie e con esse (.........) tutta la loro magnificenza.


                      6  Aggiungi a ogni frase un complemento a tuo piacere coerente con il resto della frase.

1. Marta non è venuta ................................... dei genitori. 2. Luigi ha aspettato ................................... l’ordine che aveva fatto online. 3. ................................... la situazione non cambierà. 4. Arturo ha fatto una passeggiata ................................... . 5. ................................... Licia non ha passato la selezione per il conservatorio. 6. Per sbaglio ieri ho studiato geostoria ................................... .

 >> pagina 551 

                      7   ANALISI LOGICA  Fa’ l’analisi dei complementi in corsivo nell’esercizio 5.


                      8   ANALISI LOGICA  Fa’ l’analisi dei complementi che hai aggiunto nell’esercizio 6.


                      9  Metti in ordine i sintagmi elencati in modo da formare frasi, aggiungendo anche la punteggiatura necessaria.

1. di calcio – dal vivo – con grande emozione – un rigore – ho visto – del mio calciatore preferito – per la prima volta – ieri – durante la partita

......................................................................................

2. del sito internet – con effetto immediato – l’erogazione – in ogni momento – potrà sospendere o interrompere – il proprietario – definitivamente – senza nessun preavviso – dei servizi

......................................................................................

3. delle rose profumatissime – di campagna – da diversi anni – la zia – di Marco – coltiva – della sua casa – con grande passione – nel giardino

......................................................................................

4. davanti alla scuola – i pomeriggi – dei miei compagni – di scuola – spesso – alcuni – nel parco comunale – volentieri – quelli senza lezioni – trascorrono

......................................................................................

5. del centro città – di nome Lucky – per una camminata – di casa – in compagnia – lungo i viali – il nostro vicino – esce – del suo cucciolo – ogni giorno – di golden retriever – il signor Derossi

......................................................................................


                      10   ANALISI LOGICA  Nelle seguenti frasi distingui il soggetto e il predicato, quindi analizza nel quaderno tutti i complementi.

1. Lo scorso febbraio, per San Valentino, nonostante la stanchezza, sono andata a cena in un ristorante molto bello.

2. Di solito, tranne che nei giorni di pioggia, pratico sport all’aperto nel giardino di casa mia.

3. La funzione liturgica di questa mattina mi è sembrata molto coinvolgente, grazie anche alle capacità canore del coro parrocchiale.

4. In questo periodo si dovrebbero evitare i luoghi troppo affollati a causa della circolazione del virus dell’influenza stagionale.

5. Al posto di Maria Teresa, io partirei immediatamente per Sidney nonostante la lunghezza del viaggio.

6. Le mie attività preferite sono la lettura e lo sport, oltre alla cucina, mia grande passione.

7. Non credo a niente fuorché all’amore fraterno.

8. Julia ha mangiato un gelato alla nocciola insieme con le sue amiche d’infanzia.

 >> pagina 552 

                      11  Trasforma le seguenti proposizioni in complementi di significato equivalente, come nell’esempio. Scrivi, quindi, nel quaderno una frase per ogni complemento.

a parte che studiare geometria -> a parte che per lo studio della geometria

A parte che per lo studio della geometria, non ho grandi difficoltà a scuola.

1. senza sospettare -> .....................................................................

2. per preparare la cena -> .....................................................................

3. perché saremmo partiti il giorno dopo -> .....................................................................

4. quando siamo arrivati -> .....................................................................

5. che eri arrivato (c. di argomento) -> .....................................................................

6. poiché sei stato promosso -> .....................................................................

7. quando siete partiti -> .....................................................................

8. per svolgere gli esercizi -> .....................................................................

9. per eliminare le macchie -> .....................................................................

10. senza indugiare -> .....................................................................


                      12   ANALISI LOGICA  Fa’ l’analisi dei complementi in corsivo nel brano.


Quel giorno Belisa apprese che le parole vagano libere senza padrone, e chiunque con poca abilità può impadronirsene per usarle. Considerò la propria situazione e concluse che a parte impiegarsi come domestica erano pochi i mestieri che poteva fare. Vendere parole le parve un’alternativa decente. A partire da quel momento esercitò questa professione, e mai si interessò ad altre. All’inizio offriva la sua merce senza sospettare che le parole si potessero scrivere anche fuori dai giornali. Quando lo seppe calcolò le infinite proiezioni delle sue attività, con i suoi risparmi pagò venti pesos a un prete perché le insegnasse a leggere e scrivere, e con i tre avanzati si comprò un dizionario. Lo esaminò dalla A alla Z e poi lo gettò in mare, perché non era sua intenzione truffare i clienti con parole inscatolate.

(Adattato da I. Allende, Eva Luna racconta, 1988)


                      13  Modifica i complementi in corsivo trasformandoli in proposizioni, come nell’esempio.

Elena non è venuta a causa di un impegno. -> Elena non è venuta perché aveva un impegno / perché era impegnata.

1. In aggiunta al buon voto, ho ottenuto come ricompensa anche la possibilità di fare una gita in barca.

-> ..........................................................................

2. Nonostante la pessima cucina di mia sorella, la cena è stata un successo.

-> ..........................................................................

3. Secondo il parere del medico, Martino dovrebbe stare a riposo ancora per due settimane.

-> ..........................................................................

4. Tranne Giovanni, sono stati tutti promossi quest’anno.

-> ..........................................................................

5. A causa di un contrattempo, non potremo venire stasera.

-> ..........................................................................

6. Al posto tuo io accetterei quell’ottima offerta di lavoro.

-> ..........................................................................

7. Durante una pausa dallo studio Gabriella ha telefonato a Gianmarco.

-> ..........................................................................

8. A Ivrea c’è molta confusione nelle strade per via del Carnevale.

-> ..........................................................................

9. Per la fretta, ho dimenticato di mettere il vocabolario nello zaino.

-> ..........................................................................

10. La gara si svolge regolarmente nonostante l’assenza di pubblico.

-> ..........................................................................


                      14   ANALISI LOGICA  Fa’ l’analisi di tutti i complementi sottolineati nel seguente testo.


Scoppiò la guerra, e anche Milano cominciò a essere bombardata. Era un continuo, tutte le notti sentivamo le bombe cadere da qualche partevicino a noi. La maggior parte della gente, chi poteva, andò via e si rifugiò in campagna si viveva in modo più tranquillo. Anche noi sfollammo in un paesino della Brianzaa Inverigo. Laggiù non c’erano scuole private. C’era un’unica scuola pubblica e io ero una ragazzina di dodici anni - eravamo nel 1942 - che non poteva frequentare. Mi ricordo che le altre bambine del paese erano curiose, mi chiedevano: «Ma tu, come mai non vieni?». Io rispondevo: «Sto a casa perché mio nonno è molto malato e lo devo curare». In realtà, questo era anche vero. Io curavo nonno Pippo, lo chiamavamo così, colpito dal morbo di Parkinson. Lo adoravo. Nonno tremava in tutto il corpo, sia negli arti che nella testa, ormai era terribilmente compromesso. Io stavo con lui tutto il giorno, lo amavo tantissimo. Lo imboccavo, gli tagliavo le unghie, fingevo un’allegria che non avevo; gli facevo delle recitegli leggevo il giornale, ma purtroppo, mentre il corpo di nonno era in disfacimento, il cervello era perfettamente funzionante e sapevo che soffriva ad assistere alla rovina della sua famiglia. A Inverigo sentivo la radio dei vicini. Io ascoltavo e mi informavo sull’andamento della guerra, e poi raccontavo tutto a nonno.

(Adattato da L. Segre, Scolpitelo nel vostro cuore, 2018)

La Grammatica Treccani - volume A
La Grammatica Treccani - volume A
Morfologia, sintassi, lessico, fonologia, ortografia.