8   LA CONGIUNZIONE

1 | CHE COS’È UNA CONGIUNZIONE

Scopri la grammatica!

Leggi il testo e poi rispondi alla domanda.


L’effetto serra

Siete mai entrati in una serra? Vi siete accorti del caldo che fa? Succede perché i raggi del sole entrano attraverso i vetri della serra, ma poi i raggi infrarossi emessi dagli oggetti che sono stati riscaldati rimangono intrappolati e trattenuti all’interno. I raggi infrarossi emessi da un oggetto caldo infatti non hanno, a differenza della luce e dei raggi ultravioletti del Sole, la capacità di attraversare alcuni materiali, come per esempio il vetro: vengono quindi schermati. L’effetto serra funziona più o meno così!

La Terra possiamo intenderla come la serra, mentre i vetri sono i gas presenti nell’atmosfera, cioè l’involucro attorno alla Terra: nel corso della giornata l’atmosfera viene attraversata dai raggi del Sole, che riscaldano la superficie terrestre, mentre nella notte la Terra perde calore sotto forma di raggi infrarossi. Tuttavia parte delle radiazioni solari, che una volta entrate in atmosfera rimbalzano sulla superficie terrestre per tornare nello spazio sotto forma di raggi infrarossi, viene bloccata da gas come l’anidride carbonica, i cosiddetti “gas a effetto serra”.

(Adattato da focusjunior.it)

  • Sapresti spiegare il significato delle parole evidenziate in colore nel testo? Secondo te, quale funzione hanno?


Le parole evidenziate nel brano che hai letto sono congiunzioni e svolgono una funzione fondamentale per la coesione e la fluidità del testo.

La congiunzione è una parte invariabile del discorso che stabilisce un collegamento, un rapporto logico tra due o più elementi. Il termine congiunzione, infatti, deriva dal verbo congiungere, che significa “unire”.

 LO SAPEVI? 

Oltre che dalle congiunzioni, la funzione di collegamento, come hai già imparato, può essere svolta anche dalle preposizioni, da alcuni avverbi e da alcuni pronomi: tutte queste forme di collegamento fanno parte della categoria generale dei connettivi, proprio perché connettono, cioè tengono unite tra loro, le varie parti di un testo.

Una congiunzione può collegare diversi elementi.

  • Due o più parole:
     Marta e Giulia sono amiche del cuore dalla primaria.
  • Due o più gruppi di parole:
     La mia valigia e il tuo borsone occupano tutto il bagagliaio.
  • Due o più proposizioni:
     Siamo arrivati tardi al cinema, eppure abbiamo trovato un posto libero.

 TI SFIDO  Classifica in una tabella nel quaderno tutte le congiunzioni evidenziate nel testo a p. 402: in una colonna scrivi le congiunzioni che uniscono tra loro due nomi o due aggettivi, nell’altra colonna scrivi le congiunzioni che uniscono tra loro due proposizioni.

       Tipi di congiunzioni
Dal punto di vista della forma, le congiunzioni possono essere:
  • semplici, se sono formate da una sola parola: e, o, ma, che, se, come, quando ecc.;
  • composte, se sono formate da due parole unite insieme: nemmeno, oppure, perché, poiché, sebbene, tuttavia ecc.;
  • locuzioni congiuntive, se sono formate da due o più parole scritte separatamente: anche se, dal momento che, dopo che, visto che, in quanto ecc.

Dal punto di vista della funzione, le congiunzioni possono essere:

  • coordinanti, se uniscono due o più parole oppure due o più proposizioni poste sullo stesso piano, cioè di pari importanza (Quelle scarpe sono belle ma troppo costose);
  • subordinanti, se uniscono due o più proposizioni che non sono sullo stesso piano, ma l’una dipende dall’altra (Corro perché sono in ritardo).

Fissa i concetti

La congiunzione è una parte invariabile del discorso che stabilisce un collegamento tra due o più elementi (parole o proposizioni).

Dal punto di vista della forma, le congiunzioni si classificano in: semplici, composte e locuzioni congiuntive.

Dal punto di vista della funzione, le congiunzioni possono essere coordinanti o subordinanti.

 >> pagina 404 

                      1  Sottolinea le congiunzioni.


Ferguson si era sempre sentito dire da tutti che la vita somigliava a un libro, una storia che cominciava a pagina 1 e andava avanti finché l’eroe non moriva a pagina 204 o 926, ma ora che il futuro immaginato per sé stesso stava cambiando, stava cambiando anche la sua percezione del tempo. Il tempo, si rese conto, andava sia avanti sia indietro, e siccome nei libri le storie potevano solo andare avanti, la metafora del libro non stava in piedi. Al limite, la vita era più simile alla struttura di un rotocalco, con i fatti salienti, come per esempio lo scoppio di una guerra o una strage di malavitosi in prima pagina, e le notizie meno importanti nelle pagine successive. Il tempo si muoveva in due direzioni perché ogni passo nel futuro si portava dietro un ricordo del passato.

(P. Auster, 4321, 2017)


                      2  Completa le frasi con le congiunzioni che ti sembrano più adatte. Sono possibili più soluzioni.

1. ......................... io vada in palestra tutti i giorni, ancora non mi sento in forma.

2. Non credo ......................... sia giusto penalizzarmi per aver aiutato Gabriele nella verifica.

3. Sarei voluto andare al Salone del libro a Torino, ......................... purtroppo mi sono ammalato.

4. ......................... aver adottato il mio cane, la mia vita è cambiata in positivo.

5. Non capisco ......................... scherzi ......................... fai sul serio.

6. Ho mangiato troppo, ......................... mi sento pesante.

7. Marta porterà due primi, Vincenzo i secondi e i contorni, ......................... , visto che non rimane altro, io cucinerò i dolci.

8. Non mi piacerebbe andare ......................... alle Maldive ......................... ai Caraibi: preferisco le escursioni in montagna.


                      3  Scegli l’alternativa corretta tra quelle in corsivo.

1. Scegli: vuoi colorare con i pennelli e / o con i pastelli a cera? 2. Che ne dici che / se andiamo al parco? C’è un sole meraviglioso. 3. Sono muscoloso, infatti / anche se non pratico nessuno sport. 4. Dato che / Dopo che stavo andando al supermercato, Lorenza mi ha chiesto di comprarle un pacco di spaghetti. 5. Purché / Sebbene io legga molto, mi sembra sempre di non dedicare a questa attività abbastanza ore della mia settimana. 6. Se potessi scegliere un superpotere, non sarebbe sia / la capacità di volare sia / una forza sovrumana. 7. Se / Bensì tu venissi, te ne sarei grato. 8. Qualora / Perché tu ne sentissi il bisogno, chiamami.

La Grammatica Treccani - volume A
La Grammatica Treccani - volume A
Morfologia, sintassi, lessico, fonologia, ortografia